Discussione:
9.10 .. passano gli anni ma la mia opinione su linux non cambia!
(troppo vecchio per rispondere)
Fedewiico
2009-11-13 19:14:39 UTC
Permalink
Tempo fa ho sentito parlare di un centinaio di idee per rendere più user
friendly ubuntu linux.
Speravo che questa 9.10 ne beneficiasse ma sostanzialmente credo che ci
siano sempre dei concetti di fondo radicati che non si vogliono cambiare.
Provo ad elencarne qualcuno.

1-Si considera sempre che tutti abbiano linee FLAT superveloci. NON E' COSI
!!!!
Nella mia zona la linea + veloce utilizzabile è la GPRS.
Quindi vorrei avere un bel bottone CONNETTI/DISCONNETTI con una bella
indicazione del tempo di durata della connesione.

2-Creare la connesione ad internet con una delle 100mila chiavtte USB che
son state messe nel mercato è un dramma. Non è possibile fare una procedura
wizard del tipo: connessione internet, mi chiede il modello di chiavetta e
mi dice se ha i driver o no, e poi si prosegue. Non riesco mai a capire se
la mia chiavetta (MG10 wind) viene riconosciuta o no ..

3- C'è un nuovo gestore del software installato che va a sommarsi ai vari
synaptic ecc.. creando l'ennesima alternativa a qualcosa che gia funziona.
Serviva proprio??

4- Non capisco a quale utente desktop possano servire tutte quelle cartelle
"etc" "home" ecc.. Ovvio che uno che viene da Windows dove esiste il C:\ e
basta si trova spaesato!
November
2009-11-13 19:32:56 UTC
Permalink
[...]
Io, invece, non capisco perché certa gente si ostini a voler usare un
computer quanto il massimo che può permettersi è una calcolatrice, di
quelle da casalinga con i tasti giganti.
cicap
2009-11-14 10:13:55 UTC
Permalink
Post by November
Io, invece, non capisco perché certa gente si ostini a voler usare un
computer quanto il massimo che può permettersi è una calcolatrice, di
quelle da casalinga con i tasti giganti.
Mia mamma piu' o meno ci riesce: naviga, scarica la posta: le solite
cose dell'utente comune.
Ora siccome non sa cosa siano /etc, /boot eccetera, devo dirle che il
massimo che può permettersi è una calcolatrice?
steinfeld
2009-11-15 10:27:32 UTC
Permalink
Post by cicap
Post by November
Io, invece, non capisco perché certa gente si ostini a voler usare un
computer quanto il massimo che può permettersi è una calcolatrice, di
quelle da casalinga con i tasti giganti.
Mia mamma piu' o meno ci riesce: naviga, scarica la posta: le solite
cose dell'utente comune.
Ora siccome non sa cosa siano /etc, /boot eccetera, devo dirle che il
massimo che può permettersi è una calcolatrice?
Non occorre che lo sappia, il pc funziona lo stesso.
--
s.

::Support gun control, kill a hunter::
cicap
2009-11-15 10:29:32 UTC
Permalink
Post by steinfeld
Post by cicap
Ora siccome non sa cosa siano /etc, /boot eccetera, devo dirle che il
massimo che può permettersi è una calcolatrice?
Non occorre che lo sappia, il pc funziona lo stesso.
Appunto.
ss4
2009-11-13 22:15:17 UTC
Permalink
Ci vuole solo pazienza eh,piano piano si va' avanti,ricordati che non e'
un sistema operativo a pagamento,si fa' quel che si puo' e con i dovuti
tempi,gia' e' bello che siamo a sti livelli,6/7 anni fa' la situazione
linux forse non la conoscevi,sappi che non era manco lontanamente rosea
come oggi,puoi sempre fare qualche donazione per aiutare lo sviluppo.
http://www.ubuntu.com/community/donations
--
erik christille
presidente e fondatore del V.R.G
valle d'aosta retrocomputing group
Leonardo
2009-11-13 23:23:44 UTC
Permalink
Post by ss4
Ci vuole solo pazienza eh,piano piano si va' avanti,ricordati che non e'
un sistema operativo a pagamento,si fa' quel che si puo' e con i dovuti
tempi,gia' e' bello che siamo a sti livelli,6/7 anni fa' la situazione
linux forse non la conoscevi,sappi che non era manco lontanamente rosea
come oggi,puoi sempre fare qualche donazione per aiutare lo sviluppo.
http://www.ubuntu.com/community/donations
Se tu avrai la pazienza di rileggerti qualche post dei NG di linux di 6/7
ani fa potrai accorgete che esso veniva magnificato quanto e forse più di
adesso.
Purtroppo linux è un SO per 2 tipo di persone
1 gli smanettoni
2 i superesperti.
Per il resto della gente, oltre il 90% l'unica alternativa awindows è MAC.
Te lo dice uno che ha provato linux a più riprese e sempre lo ha abbandonato
per la scarsezza di documentazione in italiano, la confusionaria moltitudine
di software anche obsoleto che continua a girare nella rete (e non si
capisce bene per quale versione).
Stranamente, con il passare degli anni Linux somiglia graficamente sempre
più a Windows, che sia un caso?
Ciao
Leo
November
2009-11-14 09:21:27 UTC
Permalink
[mare di puttanate]
ROTFL
roberta rossi
2009-11-14 09:39:11 UTC
Permalink
ROTFL
No, guarda che ha ragione lui; rotfla finchè ti pare, ma il risultato non
cambia :-)
THe_ZiPMaN
2009-11-14 16:04:01 UTC
Permalink
Post by Leonardo
Purtroppo linux è un SO per 2 tipo di persone
1 gli smanettoni
2 i superesperti.
Per il resto della gente, oltre il 90% l'unica alternativa awindows è MAC.
Guarda, adesso che me lo hai detto lo faccio cambiare a tutte le persone
comuni che conosco che lo usano con profitto da anni.
Post by Leonardo
Te lo dice uno che ha provato linux a più riprese e sempre lo ha abbandonato
per la scarsezza di documentazione in italiano, la confusionaria moltitudine
di software anche obsoleto che continua a girare nella rete (e non si
capisce bene per quale versione).
Quindi perché TU non sei riuscito ad usarlo evidentemente è colpa del SO
inadatto agli utenti. Mio padre non sa una cippa di inglese, è un operaio in
pensione e usa correntemente Linux dal 2003 arrangiandosi a far praticamente
tutto. Peraltro usa una distro molto ostica a detta di tutti quelli che non
l'hanno provata. Che sia un genio?
Post by Leonardo
Stranamente, con il passare degli anni Linux somiglia graficamente sempre
più a Windows, che sia un caso?
Ma cos'è, la fiera delle cazzate? E' Windows tende a MacOSX (per stessa
ammissione di microsoft) non certo Linux che tente a Windows.
Questo a meno che non ti riferisca a XPDE ovviamente.
--
Flavio Visentin

Scientists have finally discovered what's wrong with the female brain:
On the left side, there is nothing right, and on the right side, there
is nothing left.
Leonardo
2009-11-14 20:55:12 UTC
Permalink
Post by THe_ZiPMaN
Post by Leonardo
Purtroppo linux è un SO per 2 tipo di persone
1 gli smanettoni
2 i superesperti.
Per il resto della gente, oltre il 90% l'unica alternativa awindows è MAC.
Guarda, adesso che me lo hai detto lo faccio cambiare a tutte le persone
comuni che conosco che lo usano con profitto da anni.
Mi congratulo con te che hai questro potere.
Post by THe_ZiPMaN
Post by Leonardo
Te lo dice uno che ha provato linux a più riprese e sempre lo ha
abbandonato per la scarsezza di documentazione in italiano, la
confusionaria moltitudine di software anche obsoleto che continua a
girare nella rete (e non si capisce bene per quale versione).
Quindi perché TU non sei riuscito ad usarlo evidentemente è colpa del SO
inadatto agli utenti. Mio padre non sa una cippa di inglese, è un operaio
in pensione e usa correntemente Linux dal 2003 arrangiandosi a far
praticamente tutto. Peraltro usa una distro molto ostica a detta di tutti
quelli che non l'hanno provata. Che sia un genio?
Forse speri che lo sia, poichè hai i suoi geni!
Io uso il PC dall'inizio degli anni 80 e non ho mai avuto problemi. Iniziai,
quasi bambino, con il Commodore 64, programmavo in LM per il processore
6510, ho usato per la prima volta windows nella sua versione 3.1 e non l'ho
mai amato.
Questo non vuol dire passare svisceratamente a Linux costi quel che costi.
Conosco moltissime persone che hanno difficoltà perfino ed orientarsi fra le
cartelle se devono inviare un allegato, non ti dico il barcamenarsi nel
configurare un client di posta elettronica.
E mentre per Windows, per chi ne abbia voglia, necessità e perfino diletto
trovi di tutto, in Linux, appena appena scendi nei particolari se non sai
l'inglese/americanizzato sei nella merda più nera.
Trasponi questo nell'uso di software di grafica e diventa quasi impossibile
fare un cercho e dargli uno sfondo.
Ho installato ed usato più volte per brevi periodi la distribuzione Suse,
ultimamente Ubuntu, ma continuo a constatare che fino al giorno in cui le
istruziini d'uso dei software non saranno capibili Linix non sfonderà.
Vero che i software tendono a divenire sempre più intuitivi, ma l'intuitivo
italiano non sempre corrisponde all'intuitivo inglese o tedesco e tantomeno
statunitense.
Post by THe_ZiPMaN
Post by Leonardo
Stranamente, con il passare degli anni Linux somiglia graficamente sempre
più a Windows, che sia un caso?
Ma cos'è, la fiera delle cazzate? E' Windows tende a MacOSX (per stessa
ammissione di microsoft) non certo Linux che tente a Windows.
Questo a meno che non ti riferisca a XPDE ovviamente.
La fiera delle cazzate al fanno tutti quegli che adorano un SO per il SO, i
software schifosi ci sono per ogni SO.
Un SO si valuta per quante volte si blocca, per la sua sicurezza (e non
dalle decine di volte che bisogna inserire la password per usarlo), dalla
sua velocità ed anche dal software disponibile per esso.
Per esempio OpenOffice, che vorrebbe essere l'antagonista di MSOffice ha in
software di videoscrittura superiore a Word, un foglio di calcolo che
arranca dietro e Excel ed un Database che non c'è bisogno di confrontarlo ad
Access per arrossire solo per averlo inserito nel pacchetto.
Per il Database prova a fare una ricerca di istruzioni in
rete..............visto che non è spigato nemmeno come aprire un formulario
(le maschere sono tradotte così, forse da qualcuno che traduce le poesie)
tramite un pulsate ed una macro.
Ciao
Leonardo
THe_ZiPMaN
2009-11-14 23:26:52 UTC
Permalink
Post by Leonardo
E mentre per Windows, per chi ne abbia voglia, necessità e perfino diletto
trovi di tutto, in Linux, appena appena scendi nei particolari se non sai
l'inglese/americanizzato sei nella merda più nera.
Sono disponibili tantissime fonti di documentazione italiana, da Appunti di
Informatica Libera a ubuntu-it.org a decine di altri siti, senza dimenticare
anche questi NG. Penso che oggigiorno sia veramente difficile non trovare un
supporto adeguato in lingua italiana.
Post by Leonardo
Trasponi questo nell'uso di software di grafica e diventa quasi impossibile
fare un cercho e dargli uno sfondo.
Non ho esperienza di questo specifico settore, ma in questo caso entriamo
nella "nicchia" che quindi è un discorso a sè che esula dal comune uso desktop.
--
Flavio Visentin

Nel messaggio <hcn9tv$ec$***@news.albasani.net> un cretino ha scritto:
"Il microkernel e' morto da molto tempo ed ancora non lo sa." (cit. Bluff)
--
Flavio Visentin

Scientists have finally discovered what's wrong with the female brain:
On the left side, there is nothing right, and on the right side, there
is nothing left.
Leonardo
2009-11-15 09:56:21 UTC
Permalink
Post by THe_ZiPMaN
Post by Leonardo
E mentre per Windows, per chi ne abbia voglia, necessità e perfino
diletto trovi di tutto, in Linux, appena appena scendi nei particolari se
non sai l'inglese/americanizzato sei nella merda più nera.
Sono disponibili tantissime fonti di documentazione italiana, da Appunti
di Informatica Libera a ubuntu-it.org a decine di altri siti, senza
dimenticare anche questi NG. Penso che oggigiorno sia veramente difficile
non trovare un supporto adeguato in lingua italiana.
Disordinate, pressapochiste ed a volte perfino in contrasto fra loro.
Post by THe_ZiPMaN
Post by Leonardo
Trasponi questo nell'uso di software di grafica e diventa quasi
impossibile fare un cercho e dargli uno sfondo.
Non ho esperienza di questo specifico settore, ma in questo caso entriamo
nella "nicchia" che quindi è un discorso a sè che esula dal comune uso desktop.
Non è assolutamente una nicchia, le grafica, a livello elementare, è uno dei
primi approcci che di solito un nuovo utente ha con il PC.
Ciao
Leonardo
Enrico C
2009-11-15 12:48:01 UTC
Permalink
Leonardo ha scritto:

[...]
Non � assolutamente una nicchia, le grafica, a livello elementare, � uno dei
primi approcci che di solito un nuovo utente ha con il PC.
Inizialmente ero un po' scettico sul Gimp e in particolare
sull'interfaccia che mi disorientava, però devo dire che ultimamente
l'ho usato con profitto. Inkscape invece mi ha crashato per un
nonnulla poco dopo l'apertura.
Leonardo
2009-11-15 13:59:03 UTC
Permalink
"Enrico C" <***@devils.com> ha scritto nel messaggio news:2634c5b0-7d2a-4d1d-ba5d-***@j19g2000yqk.googlegroups.com...


Leonardo ha scritto:

[...]
Non ? assolutamente una nicchia, le grafica, a livello elementare, ? uno
dei
primi approcci che di solito un nuovo utente ha con il PC.
Inizialmente ero un po' scettico sul Gimp e in particolare
sull'interfaccia che mi disorientava, però devo dire che ultimamente
l'ho usato con profitto. Inkscape invece mi ha crashato per un
nonnulla poco dopo l'apertura.
E da cosa è dipeso? Hai installato precedentemente software non compatibile?
Hai la scheda video che va settata in un certo modo per andare bene? Il
software ha dei problemi per quella distribuzione? Il software ha dei
problemi con qualche componente hardware? Quegli che hanno scritto il
software hanno pubblicato qualcosa in merito?

E questo solo per restare nel semplice.
In Linux non si trova risposta e forse non esiste nemmeno. Da qui la marcia
in meno rispetto a Windows ed a MAC.
Vero che costano, ma i costi servono anche a questo.
Ciao
Leo
THe_ZiPMaN
2009-11-15 16:17:26 UTC
Permalink
Post by Leonardo
E da cosa è dipeso? Hai installato precedentemente software non compatibile?
Hai la scheda video che va settata in un certo modo per andare bene? Il
software ha dei problemi per quella distribuzione? Il software ha dei
problemi con qualche componente hardware? Quegli che hanno scritto il
software hanno pubblicato qualcosa in merito?
E questo solo per restare nel semplice.
In Linux non si trova risposta e forse non esiste nemmeno. Da qui la marcia
in meno rispetto a Windows ed a MAC.
Vero che costano, ma i costi servono anche a questo.
Su questo ti smentisco in toto. Con Windows quando un software va in crash
spesso non trovi alcuna indicazione utile per la risoluzione del problema,
né in italiano né in inglese, a differenza di quanto accade con Linux che,
essendo open source, mette a disposizione strumenti per il troubleshooting
decisamente più evoluti ed utili. Da qui anche la concezione che spesso per
il malfunzionamento di un singolo programma su Windows venga consigliata la
reinstallazione del sistema.

Che ci possa essere discrepanza tra la documentazione per l'utente sulle
varie piattaforme si può concedere, ma per il troubleshooting siamo su
pianeti diversi e lo dico con cognizione di causa dato che ho sempre fatto
il sistemista (che possiamo dire essere sinonimo di troubleshooting) ad alti
livelli prima su Windows e poi su Linux.
--
Flavio Visentin

Scientists have finally discovered what's wrong with the female brain:
On the left side, there is nothing right, and on the right side, there
is nothing left.
Giorgio
2009-11-15 16:47:46 UTC
Permalink
THe_ZiPMaN ha scritto:
per il malfunzionamento di un singolo programma su
Windows venga consigliata la reinstallazione del sistema.
No dai... non e' vero :-) ... esiste anche il famosissimo strumento di
troubleshooting avanzato definito "spegni e riaccendi"...
discrepanza tra la documentazione per l'utente sulle
varie piattaforme
Piu' che giusto direi... c'e' anche fra documentazione per win95 e
vista... o fra quella di una lavatrice e di un forno
ho sempre fatto il sistemista (che possiamo dire essere sinonimo di
troubleshooting) ad alti livelli prima su Windows e poi su Linux.
Fino a ieri io ho fatto il sistemista "senza cervello" per windows (un
po' come il ministro senza portafoglio)... adesso spero di riuscire a
studiare abbastanza e anche di trovare qualcuno che abbia voglia di
formarmi in cambio di forza lavoro per poter diventare un sistemista su
linux (con cognizione di causa) e anche su windows (per osmosi anche qui
con cognizione di causa)...

ciao
Giorgio
THe_ZiPMaN
2009-11-15 17:05:11 UTC
Permalink
e anche su windows (per osmosi anche qui con cognizione di causa)...
Per definizione è un obiettivo impossibile, e lo dico senza polemica.

Uno dei motivi principali che mi hanno spinto a passare da Windows a Unix e
poi a Linux, è stato il fatto che con Windows, una volta imparato quasi a
memoria il Technet, non rimane pressoché null'altro da imparare o da
approfondire, e io a quel livello ormai c'ero arrivato.

Il fatto di lavorare con prodotti a codice proprietario pone un limite ben
definito alla tua area di competenza che termina nel momento in cui non puoi
accedere al codice per fare un troubleshooting più spinto. Dopo che la tua
esperienza raggiunge buoni livelli il tuo lavoro si riduce fondamentalmente
a cercare sul sito di Microsoft o del produttore dell'applicazione una
soluzione per un problema noto, senza poterci mettere più nulla di tuo.
Diventa una tristezza.

Con Linux puoi scavare in profondità quanto vuoi fino ad invadere il mondo
degli sviluppatori o dell'hardware senza che nessuno ponga dei limiti
arbitrari al tuo lavoro ed alle tue capacità.

Questo è il motivo per cui io non tornerò mai più a fare il sistemista in
modo serio su sistemi proprietari. Tarpano le ali.
--
Flavio Visentin

Scientists have finally discovered what's wrong with the female brain:
On the left side, there is nothing right, and on the right side, there
is nothing left.
Giorgio
2009-11-15 17:24:49 UTC
Permalink
Post by THe_ZiPMaN
Questo è il motivo per cui io non tornerò mai più a fare il sistemista
in modo serio su sistemi proprietari. Tarpano le ali.
Hai perfettamente ragione... quello che intendevo (forse non spiegandomi
bene) e' che, una volta capito realmente "cosa succede" grazie allo
studio di sistemi non "chiusi" puoi capire meglio (senza aprirli)
sistemi chiusci come windows... dall'effetto puoi capire cosa e'
successo perche' hai visto lo stesso effetto dove hai potuto indagare...

Sono davvero all'inizio dello studio e a zero con la ricerca del
"mentore"... ma non mollo :-)

ciao
Giorgio
Leonardo
2009-11-15 16:57:09 UTC
Permalink
Post by THe_ZiPMaN
Su questo ti smentisco in toto. Con Windows quando un software va in
crash spesso non trovi alcuna indicazione utile per la risoluzione del
problema, né in italiano né in inglese, a differenza di quanto accade con
Linux che, essendo open source, mette a disposizione strumenti per il
troubleshooting decisamente più evoluti ed utili. Da qui anche la
concezione che spesso per il malfunzionamento di un singolo programma su
Windows venga consigliata la reinstallazione del sistema.
Ti ringrazio per la smentita, puoi postarmi qualche link relativo agli
strumenti per il troubleshooting per documentarmi?
Grazie
Leonardo
THe_ZiPMaN
2009-11-15 17:10:19 UTC
Permalink
Post by Leonardo
Ti ringrazio per la smentita, puoi postarmi qualche link relativo agli
strumenti per il troubleshooting per documentarmi?
Dipende di cosa vuoi fare il troubleshooting. Si va dai log in genere
abbastanza esaustivi, alle opzioni di debug dei singoli prodotti, a tool di
sistema come strace, tcpdump, ecc. a gdb in abbinamento al codice
dell'applicazione.

Un punto di partenza può essere http://linuxtroubleshooting.com/
--
Flavio Visentin

Scientists have finally discovered what's wrong with the female brain:
On the left side, there is nothing right, and on the right side, there
is nothing left.
Leonardo
2009-11-15 17:29:40 UTC
Permalink
Post by THe_ZiPMaN
Post by Leonardo
Ti ringrazio per la smentita, puoi postarmi qualche link relativo agli
strumenti per il troubleshooting per documentarmi?
Dipende di cosa vuoi fare il troubleshooting. Si va dai log in genere
abbastanza esaustivi, alle opzioni di debug dei singoli prodotti, a tool
di sistema come strace, tcpdump, ecc. a gdb in abbinamento al codice
dell'applicazione.
Un punto di partenza può essere http://linuxtroubleshooting.com/
--
Flavio Visentin
On the left side, there is nothing right, and on the right side, there
is nothing left.
Io ti ringrazio, per me va bene, ma per chi non conosce bene, e sottolineo
BENE l'inglese, inglese/statunitense si attacca.
Questo per non parlare dell'utente medio che ogni tanto ha qualche problema
e cerca di risolverlo da solo.
Rimango dell'idea che Linux per sfondare in Italia ha 2 possibilità
1 Gli italiani imparano l'inglese al posto dell'italiano
2) Linux comincia a "parlare" italiano.
Se non si realizza almeno una di queste cose rimarrà una nicchia per
informatici o smanettoni.
Ciao
Leonardo
THe_ZiPMaN
2009-11-15 17:39:27 UTC
Permalink
Post by Leonardo
Post by THe_ZiPMaN
Un punto di partenza può essere http://linuxtroubleshooting.com/
Io ti ringrazio, per me va bene, ma per chi non conosce bene, e sottolineo
BENE l'inglese, inglese/statunitense si attacca.
Questo per non parlare dell'utente medio che ogni tanto ha qualche problema
e cerca di risolverlo da solo.
Beh, qui sono partito dall'assunto che chi è interessato nel troubleshooting
sia un tecnico, non un utente. Un tecnico che non conosca l'inglese è
comunque fuori dal mercato. Un utente cui non va qualcosa normalmente chiede
supporto.

Fosse per me non esisterebbero proprio i sistemi operativi localizzati
perché sono solo fonte di grossi problemi. Ne ho avuto la riprova la scorsa
settimana quando sono dovuto andare a dare supporto in Alto Adige su sistemi
in tedesco. Un dramma.
--
Flavio Visentin

Nel messaggio <hcn9tv$ec$***@news.albasani.net> un cretino ha scritto:
"Il microkernel e' morto da molto tempo ed ancora non lo sa." (cit. Bluff)
--
Flavio Visentin

Scientists have finally discovered what's wrong with the female brain:
On the left side, there is nothing right, and on the right side, there
is nothing left.
Leonardo
2009-11-15 18:01:34 UTC
Permalink
Post by THe_ZiPMaN
Post by Leonardo
Post by THe_ZiPMaN
Un punto di partenza può essere http://linuxtroubleshooting.com/
Io ti ringrazio, per me va bene, ma per chi non conosce bene, e
sottolineo BENE l'inglese, inglese/statunitense si attacca.
Questo per non parlare dell'utente medio che ogni tanto ha qualche
problema e cerca di risolverlo da solo.
Beh, qui sono partito dall'assunto che chi è interessato nel
troubleshooting sia un tecnico, non un utente. Un tecnico che non conosca
l'inglese è comunque fuori dal mercato. Un utente cui non va qualcosa
normalmente chiede supporto.
Fosse per me non esisterebbero proprio i sistemi operativi localizzati
perché sono solo fonte di grossi problemi. Ne ho avuto la riprova la
scorsa settimana quando sono dovuto andare a dare supporto in Alto Adige
su sistemi in tedesco. Un dramma.
Però esistono, c'è l'insegnante che si prepara le lezioni, il muratore che
ci tiene il proprio piccolo archivio, il medico chirurgo che tiene conto
delle sue operazioni e che semmai ci vuole preparare una presentazione per
il prossimo congresso.
Tutte queste parsone hanno necessità di accendere ed usarlo, semmai
documentarsi senza necessità di ricorrere al vocabolario bilingue ed
aggiustare i piccoli inconvenienti che possono verificarsi.
Da questo punto di vista il modo di penetrare di Linux è completamente
sbagliato, ma è una mia opinione.
Ciao
Leonardo
Enrico C
2009-11-16 17:21:37 UTC
Permalink
Post by THe_ZiPMaN
Beh, qui sono partito dall'assunto che chi è interessato nel troubleshooting
sia un tecnico, non un utente. Un tecnico che non conosca l'inglese è
comunque fuori dal mercato. Un utente cui non va qualcosa normalmente chiede
supporto.
Maddai! Mi ricorda l'avviso di Windows "Rivolgersi all'amministratore
di sistema". In parole povere: ti attacchi al tram. Peccato che gran
parte degli utenti desktop non abbia nessuno che gli "amministri" il
sistema e gli risolva le grane. Fare l'utente con un amministratore
alle spalle è semplicissimo con qualsiasi sistema operativo, a
premere sempre lo stesso tasto per avviare un programma è brava anche
la bisnonna. Il problema è che nella realtà ci sono tantissimi utenti
che "si arrangiano" e devono installare da soli, configurare da soli,
aggiornare da soli, fare troubleshooting da soli, semmai chiedendo
aiuto all'amico o online se gli va bene, cercando di capire qualcosa
da documentazione spesso poco chiara (su Win come su Linux), ma
fondamentalmente sono da soli di fronte all'hardware e al software.
Ragionare come se tutti avessero alle spalle un magico "supporto" è
davvero fuori dalla realtà, a maggior ragione qui dove si parla di
Ubuntu, un sistema che ha come obiettivo di essere alla portata se
non di tutti almeno di molti, e non solo di pochi smanettoni o "utenti
felici" con la pappa pronta grazie a chi amministra e dà supporto per
ogni problema.
THe_ZiPMaN
2009-11-16 19:38:54 UTC
Permalink
Post by Enrico C
la bisnonna. Il problema è che nella realtà ci sono tantissimi utenti
che "si arrangiano" e devono installare da soli, configurare da soli,
aggiornare da soli, fare troubleshooting da soli, semmai chiedendo
aiuto all'amico o online se gli va bene, cercando di capire qualcosa
da documentazione spesso poco chiara (su Win come su Linux), ma
fondamentalmente sono da soli di fronte all'hardware e al software.
Scusa Enrico, ma per quanto mi riguarda fare il troubleshooting di un
problema non è faccenda da utente, è un'attività che come minimo interessa
un power user ma che più propriamente spetta ad un sistemista. Un utente al
più fa una diagnosi di alto livello, tremite procedure guidate, affidandosi
ad una knowledge base di problemi.
Detto in parole semplici l'utente chiede aiuto senza fornire dettagli
(perché non è in grado di acquisirli) viene quidato alla loro acquisizione e
poi cerca se c'è disponibile una soluzione con San Google o accetta le
soluzioni proposte dal supporto.
Post by Enrico C
Ragionare come se tutti avessero alle spalle un magico "supporto" è
davvero fuori dalla realtà, a maggior ragione qui dove si parla di
Ubuntu, un sistema che ha come obiettivo di essere alla portata se
non di tutti almeno di molti, e non solo di pochi smanettoni o "utenti
felici" con la pappa pronta grazie a chi amministra e dà supporto per
ogni problema.
Quando parlo di supporto non intendo certo solo il supporto tecnico
aziendale. I NG per esempio sono un ottimo strumento di supporto, dove molti
utenti enunciano i propri problemi, vengono guidati passo passo alla
raccolta delle informazioni utili per comprenderli e poi se possibile alla
loro soluzione. Analogamente fungono da "supporto" i forum, gli amici, i
LUG, ed in generale tutte le risorse a cui ci si può rivolgere.
--
Flavio Visentin

Scientists have finally discovered what's wrong with the female brain:
On the left side, there is nothing right, and on the right side, there
is nothing left.
Enrico C
2009-11-16 21:40:39 UTC
Permalink
Post by THe_ZiPMaN
Scusa Enrico, ma per quanto mi riguarda fare il troubleshooting di un
problema non è faccenda da utente, è un'attività che come minimo interessa
un power user ma che più propriamente spetta ad un sistemista. Un utente al
più fa una diagnosi di alto livello, tremite procedure guidate, affidandosi
ad una knowledge base di problemi.
Detto in parole semplici l'utente chiede aiuto senza fornire dettagli
(perché non è in grado di acquisirli) viene quidato alla loro acquisizione e
poi cerca se c'è disponibile una soluzione con San Google o accetta le
soluzioni proposte dal supporto.
L'utente puro non dovrebbe far altro che segnalare i problemi che
riscontra nell'uso e le proprie esigenze, per affidarsi alle
istruzioni del supporto o meglio ancora all'intervento di chi l'aiuta.
Infatti non credo che essere "utente" di linux sia più difficile che
essere utenti di qualsiasi altro sistema operativo, proprio perché
l'utente puro non "amministra", se non istruito da altri.
Però questa situazione idilliaca quando si verifica? Per il babbo che
ha il figlio esperto, per la bella col fidanzato smanettone, o per il
dipendente della grande azienda con servizio tecnico ben organizzato.
Il resto dei comuni mortali vive una situazione ibrida, cioè deve
essere amministratore di sé stesso anche senza averne la competenza e
spesso neppure la voglia.
Se si verifica un problema, deve cercare di capire qual è la causa e
come intervenire. Non sarà troubleshooting sistematico nel senso
proprio della parola, ma non è neanche semplice diagnosi dei problemi
che saranno risolti da qualcun altro, perché quel "qualcun altro"
potrebbe non esserci o non aver voglia. E' una via di mezzo, in cui
l'"utente amministratore di sé stesso" può contare talvolta sull'aiuto
esterno ma spesso deve "aiutarsi da solo", contare soprattutto sulle
proprie forze e sulle proprie (anche se limitate) competenze. Non so
neanche se lo si possa definire "power user", perché in molti casi non
si pretende di fare niente più che rendere funzionanti alcune funzioni
di base, senza ambizioni particolarmente evolute.
Post by THe_ZiPMaN
Quando parlo di supporto non intendo certo solo il supporto tecnico
aziendale. I NG per esempio sono un ottimo strumento di supporto, dove molti
utenti enunciano i propri problemi, vengono guidati passo passo alla
raccolta delle informazioni utili per comprenderli e poi se possibile alla
loro soluzione. Analogamente fungono da "supporto" i forum, gli amici, i
LUG, ed in generale tutte le risorse a cui ci si può rivolgere.
D'accordo, ma c'è una bella differenza. Il supporto aziendale è pagato
per risolvere i problemi dell'utente. Il "supporto" di un forum o NG
invece c'è come e quando capita, e in certi casi consiste nel
"RTFM" (con manuali sterminati e tecnici, senza esempi chiari e
scritti più come refererence che come istruzioni per chi non sa) o
"Cerca su Google" (dove magari trovi alla rinfusa istruzioni obsolete,
altre sbagliate, altre in lingua straniera). Se poi il problema
riguarda delle operazioni preliminari come l'installazione o la
connessione a Internet, allora sei proprio da solo, salvo al limite
andare a cercare amici al telefono o i gruppi LUG, ma non è qualcosa
di proprio immediato. Ecco allora che alcuni sistemi operativi e
alcune software cercano di essere il più possibile "friendly" anche
nelle fasi di installazione e impostazione, cioè si rendono conto che
chi installerà o imposterà l'ambaradan in molti casi non sarà un
esperto sistemista, anzi non avrà né il tempo né la competenza né la
voglia di leggere lunghi manuali, rintracciare complicate sequenze di
istruzioni o ricordare comandi, codici e stringe. Nascono così
procedure semplificate, istruzioni passo passo, documentazioni scritte
in linguaggio semplice, sintetico e alla protata di tutti e -orrore
orrore- wizard automatici che guidano l'"utente amministratore di sé
stesso" a configurarsi per esempio una connessione Internet mobile
broadband in pochi clic. E' quello o almeno provano a fare i sistemi
operativi "friendly", almeno nelle intenzioni, come appunto Ubuntu.
Purtroppo, però, non tutte le ciambelle vengono col buco, e come
segnala la stessa documentazione dell'Help di Ubuntu... non sempre il
wizard parte quando dovrebbe partire, a volte è necessario creare la
connessione manualmente. Magari non è colpa di nessuno, ma fatto sta
che una feature che intende essere "friendly" funziona solo a metà.
Magari su Win è anche peggio, ma su Win ci sono i software proprietari
forniti dal produttore del telefonino, della chiavetta o dal gestore
di telefonia, giusto o ingiusto che sia! ;)
THe_ZiPMaN
2009-11-16 22:03:22 UTC
Permalink
Post by Enrico C
potrebbe non esserci o non aver voglia. E' una via di mezzo, in cui
l'"utente amministratore di sé stesso" può contare talvolta sull'aiuto
esterno ma spesso deve "aiutarsi da solo", contare soprattutto sulle
proprie forze e sulle proprie (anche se limitate) competenze. Non so
neanche se lo si possa definire "power user", perché in molti casi non
si pretende di fare niente più che rendere funzionanti alcune funzioni
di base, senza ambizioni particolarmente evolute.
Nella mia *personale* esperienza su questo piano negli ultimi anni non ho
riscontrato differenze significative in funzione del sistema operativo. Le
richieste di supporto sono + o - le stesse tra utenti Win o Lin, salvo che
nel primo caso spesso sono conseguenza di malware mentre nel secondo spesso
sono conseguenza di hardware o PEBKAC.
Post by Enrico C
D'accordo, ma c'è una bella differenza. Il supporto aziendale è pagato
per risolvere i problemi dell'utente. Il "supporto" di un forum o NG
invece c'è come e quando capita, e in certi casi consiste nel
"RTFM" (con manuali sterminati e tecnici, senza esempi chiari e
scritti più come refererence che come istruzioni per chi non sa) o
"Cerca su Google" (dove magari trovi alla rinfusa istruzioni obsolete,
altre sbagliate, altre in lingua straniera).
Beh, dai, non mi pare che siano molti gli utenti che vengono lasciati a loro
stessi. Capita certamente su NG come icol.sys, ma lì è giusto che accada, o
capita con chi non ha dimostrato di aver fatto il minimo sforzo per cercare
una soluzione, ma sono casi limita.
Post by Enrico C
Se poi il problema
riguarda delle operazioni preliminari come l'installazione o la
connessione a Internet, allora sei proprio da solo, salvo al limite
andare a cercare amici al telefono o i gruppi LUG, ma non è qualcosa
di proprio immediato.
Ma visto che quegli utenti mantengono anche windows chiedono ugualmente
aiuto scrivendo da Win. Ne è pieno il gruppo di casi come questo.
Post by Enrico C
Magari su Win è anche peggio, ma su Win ci sono i software proprietari
forniti dal produttore del telefonino, della chiavetta o dal gestore
di telefonia, giusto o ingiusto che sia! ;)
Anche su Lin. Io uso regolarmente Vodafone Mobile Connect su Debian.
--
Flavio Visentin

Scientists have finally discovered what's wrong with the female brain:
On the left side, there is nothing right, and on the right side, there
is nothing left.
roberta rossi
2009-11-15 19:04:17 UTC
Permalink
Post by THe_ZiPMaN
Su questo ti smentisco in toto. Con Windows quando un software va in
crash spesso non trovi alcuna indicazione utile per la risoluzione del
problema, né in italiano né in inglese, a differenza di quanto accade con
Linux che, essendo open source, mette a disposizione strumenti per il
troubleshooting decisamente più evoluti ed utili. Da qui anche la
concezione che spesso per il malfunzionamento di un singolo programma su
Windows venga consigliata la reinstallazione del sistema.
Dai, adesso non scrivere cazzate che stanno già ridendo tutti.......non ti
facevo così ottuso ma fai pure. Arrangiati.
THe_ZiPMaN
2009-11-15 19:35:34 UTC
Permalink
Post by roberta rossi
Post by THe_ZiPMaN
Su questo ti smentisco in toto. Con Windows quando un software va in
crash spesso non trovi alcuna indicazione utile per la risoluzione del
problema, né in italiano né in inglese, a differenza di quanto accade con
Linux che, essendo open source, mette a disposizione strumenti per il
troubleshooting decisamente più evoluti ed utili. Da qui anche la
concezione che spesso per il malfunzionamento di un singolo programma su
Windows venga consigliata la reinstallazione del sistema.
Dai, adesso non scrivere cazzate che stanno già ridendo tutti.......non ti
facevo così ottuso ma fai pure. Arrangiati.
Brava, mangiatrice di Linux, mi piacciono le persone che sanno argomentare
in modo compiuto le proprie affermazioni, specie suffragandole con i fatti
come fai tu.

Ma tutte io le becco?

f/u
--
Flavio Visentin

Scientists have finally discovered what's wrong with the female brain:
On the left side, there is nothing right, and on the right side, there
is nothing left.
November
2009-11-15 20:20:52 UTC
Permalink
Post by THe_ZiPMaN
Ma tutte io le becco?
No, è che dopo la "scissione" da .debian pare si siano concentrati tutti
qui. Oddio, non che sia male, anche perché al limite basta un
unsubscr... ops, desottoscrizione, però a volte certi post vanno oltre
qualunque immaginazione.
November
2009-11-15 18:12:37 UTC
Permalink
Post by Leonardo
E da cosa è dipeso? Hai installato precedentemente software non compatibile?
Hai la scheda video che va settata in un certo modo per andare bene? Il
software ha dei problemi per quella distribuzione? Il software ha dei
problemi con qualche componente hardware? Quegli che hanno scritto il
software hanno pubblicato qualcosa in merito?
Curioso che lo stesso discorso valga anche per windows...
Post by Leonardo
E questo solo per restare nel semplice.
In Linux non si trova risposta e forse non esiste nemmeno. Da qui la marcia
in meno rispetto a Windows ed a MAC.
Vero che costano, ma i costi servono anche a questo.
Sìsì, certo...
Il Poeta della Corteccia
2009-11-16 19:32:47 UTC
Permalink
In article <2634c5b0-7d2a-4d1d-ba5d-57fb543c3ad3
@j19g2000yqk.googlegroups.com>, ***@devils.com says...
Post by Enrico C
Inizialmente ero un po' scettico sul Gimp e in particolare
sull'interfaccia che mi disorientava, però devo dire che ultimamente
l'ho usato con profitto. Inkscape invece mi ha crashato per un
nonnulla poco dopo l'apertura.
si ma quello, oltre che un probramma ignobile, non è di grafica
vettoriale.
November
2009-11-15 18:09:52 UTC
Permalink
Post by Leonardo
Conosco moltissime persone che hanno difficoltà perfino ed orientarsi fra le
cartelle se devono inviare un allegato, non ti dico il barcamenarsi nel
configurare un client di posta elettronica.
E linux o windows in quanto scritto sopra non c'entra nulla.
Post by Leonardo
E mentre per Windows, per chi ne abbia voglia, necessità e perfino diletto
trovi di tutto, in Linux, appena appena scendi nei particolari se non sai
l'inglese/americanizzato sei nella merda più nera.
Non mi sembra proprio. A parte che non sapere l'inglese vuol dire avere
serie limitazioni nella vita in generale, ma non entro nella questione
visto che non c'entra nulla.
Post by Leonardo
Trasponi questo nell'uso di software di grafica
Perché mai dovrei? I grafici sono una percentuale molto piccola, quasi
trascurabile.
Post by Leonardo
e diventa quasi impossibile
fare un cercho e dargli uno sfondo.
Addirittura... non è che ti stai un po' arrampicando sugli specchi?
Detto questo, è una delle conseguenze dell'avere una sorta di monopolio
nel settore (non a caso, laddove ha trovato competitori, Microsoft non
ne è uscita proprio benissimo).
Post by Leonardo
Ho installato ed usato più volte per brevi periodi la distribuzione Suse,
ultimamente Ubuntu, ma continuo a constatare che fino al giorno in cui le
istruziini d'uso dei software non saranno capibili Linix non sfonderà.
Ah sì? A parte il fatto che, come ho già detto, escluso il desktop,
direi che linux ha sfondato piuttosto bene, pensavo che il problema
fosse in buona parte legato al problema di instaurare un circolo
virtuoso che aumenti la base degli utilizzatori e la disponibilità di
"beni complementari". In ambito desktop servirebbe quantomeno una
azienda con grande potere commerciale, come potrebbe essere Google, ad
esempio. Ma meno male che ci hai dato questa dritta...
Post by Leonardo
Post by THe_ZiPMaN
Post by Leonardo
Stranamente, con il passare degli anni Linux somiglia graficamente sempre
più a Windows, che sia un caso?
Ma cos'è, la fiera delle cazzate? E' Windows tende a MacOSX (per stessa
ammissione di microsoft) non certo Linux che tente a Windows.
Questo a meno che non ti riferisca a XPDE ovviamente.
La fiera delle cazzate al fanno tutti quegli che adorano un SO per il SO, i
software schifosi ci sono per ogni SO.
Sì, hai scoperto l'acqua calda, bravo. Comunque la cazzata per
eccellenza è "Linux somiglia graficamente sempre più a Windows". Ne ho
sentite tante negli anni, ma questa mi pare una delle migliori.
Post by Leonardo
Un SO si valuta per quante volte si blocca, per la sua sicurezza (e non
dalle decine di volte che bisogna inserire la password per usarlo), dalla
sua velocità ed anche dal software disponibile per esso.
Infatti, un tempo era sostanzialmente apache, oggi è molto molto di più.
Post by Leonardo
Per esempio OpenOffice,
Che di per sé non ha molto a che vedere con linux. Per altro access non
mi sembra un software particolarmente usato.
Leonardo
2009-11-15 19:20:09 UTC
Permalink
Post by November
Non mi sembra proprio. A parte che non sapere l'inglese vuol dire avere
serie limitazioni nella vita in generale, ma non entro nella questione
visto che non c'entra nulla.
Mandiamoli tutti in un campo di riabilitazione.
Post by November
Post by Leonardo
Trasponi questo nell'uso di software di grafica
Perché mai dovrei? I grafici sono una percentuale molto piccola, quasi
trascurabile.
La grafica è il più delle volte il primo aproccio ad un PC di una persona
curiosa.
Mai sento parlare di macchie fotografiche digitali?
Post by November
Post by Leonardo
e diventa quasi impossibile
fare un cercho e dargli uno sfondo.
Addirittura... non è che ti stai un po' arrampicando sugli specchi?
Provare per credere, uscira dal guscio e frequantare un po' di gente.
Post by November
Post by Leonardo
Per esempio OpenOffice,
Che di per sé non ha molto a che vedere con linux. Per altro access non mi
sembra un software particolarmente usato.
Hai da proporre qualcosa di meglio di OpenOffice per Linux?
Qualcosa che sia alla portata dell'utilizzatore comune e che non necessiti
di un vocabolario bilingue sempre sulla scrivania?
Ciao
Leonardo
November
2009-11-15 20:13:14 UTC
Permalink
Post by Leonardo
Post by November
Non mi sembra proprio. A parte che non sapere l'inglese vuol dire avere
serie limitazioni nella vita in generale, ma non entro nella questione
visto che non c'entra nulla.
Mandiamoli tutti in un campo di riabilitazione.
Voleva essere una battuta? Comunque non pensavo che la cosa ti facesse
rosicare così tanto, chiedo scusa.
Post by Leonardo
La grafica è il più delle volte il primo aproccio ad un PC di una persona
curiosa.
Ma certo, chi non si mette a fare un po' di fotoritocco o grafica quando
prova una live...
Post by Leonardo
Mai sento parlare di macchie fotografiche digitali?
Sì, servono per scattare fotografie. Forse tu l'hai scambiata per
qualcos'altro, invece.
Post by Leonardo
Post by November
Post by Leonardo
e diventa quasi impossibile
fare un cercho e dargli uno sfondo.
Addirittura... non è che ti stai un po' arrampicando sugli specchi?
Provare per credere, uscira dal guscio e frequantare un po' di gente.
Ehi genio, era una domanda retorica.
Post by Leonardo
Hai da proporre qualcosa di meglio di OpenOffice per Linux?
No, per il semplice fatto che Writer soddisfa appieno le mie necessità.
Post by Leonardo
Qualcosa che sia alla portata dell'utilizzatore comune e che non necessiti
di un vocabolario bilingue sempre sulla scrivania?
Sei buffo perché sul sito di Ubuntu è chiaramente visibile che la netta
maggior parte del software della distribuzione è tradotto in italiano.
Visto che ritieni di aver ragione oltre i fatti, ti prego di far
correggere quelle pagine.
Per altro ti stai rendendo ridicolo, non solo perché fai della tua
ignoranza un cavallo di battaglia, come se fosse un problema di
qualcun'altro invece che tuo, ma anche perché insisti nel dire che linux
non avrà successo finché non soddisferà le tue esigenze.
Detto questo, se linux non ti soddisfa, puoi benissimo non usarlo, come
la logica consiglia a qualunque persona dotata di un minimo di
intelligenza. Anche se non so se riusciremo a sopportare questo duro
colpo tra noi utenti linux...
Leonardo
2009-11-15 22:26:39 UTC
Permalink
Post by November
Post by Leonardo
Post by November
Non mi sembra proprio. A parte che non sapere l'inglese vuol dire avere
serie limitazioni nella vita in generale, ma non entro nella questione
visto che non c'entra nulla.
Mandiamoli tutti in un campo di riabilitazione.
Voleva essere una battuta? Comunque non pensavo che la cosa ti facesse
rosicare così tanto, chiedo scusa.
Non sto rosicando, solo leggendo al presunzione di un tuttologo.
Post by November
Post by Leonardo
La grafica è il più delle volte il primo aproccio ad un PC di una persona
curiosa.
Ma certo, chi non si mette a fare un po' di fotoritocco o grafica quando
prova una live...
Non esiste solo il fotoritocco, basta ritegliare poarticolari interessanti o
inserirci sopre del testo.
Ma forse il tuo Linux lo fa senza dirtelo.
Post by November
Post by Leonardo
Mai sento parlare di macchie fotografiche digitali?
Sì, servono per scattare fotografie. Forse tu l'hai scambiata per
qualcos'altro, invece.
No, no sono proprio loro, breavoooooooo.
Post by November
Post by Leonardo
Post by November
Post by Leonardo
e diventa quasi impossibile
fare un cercho e dargli uno sfondo.
Addirittura... non è che ti stai un po' arrampicando sugli specchi?
Provare per credere, uscira dal guscio e frequantare un po' di gente.
Ehi genio, era una domanda retorica.
Dovresti scriverlo a fine discorso perchè non si capiva proprio.
Post by November
Post by Leonardo
Hai da proporre qualcosa di meglio di OpenOffice per Linux?
No, per il semplice fatto che Writer soddisfa appieno le mie necessità.
Writer è l'unico del dìpacchetto accettabile, per gli altri, il database in
particolare, meglio stendere un velo pietoso.
Post by November
Post by Leonardo
Qualcosa che sia alla portata dell'utilizzatore comune e che non
necessiti di un vocabolario bilingue sempre sulla scrivania?
Sei buffo perché sul sito di Ubuntu è chiaramente visibile che la netta
maggior parte del software della distribuzione è tradotto in italiano.
Visto che ritieni di aver ragione oltre i fatti, ti prego di far
correggere quelle pagine.
Prova, prova, a leggere le istruzioni, ad approfondire un po' e troverai
l'intereamente tradotto 'na sega..
Post by November
Per altro ti stai rendendo ridicolo, non solo perché fai della tua
ignoranza un cavallo di battaglia, come se fosse un problema di
qualcun'altro invece che tuo, ma anche perché insisti nel dire che linux
non avrà successo finché non soddisferà le tue esigenze.
Io non ho nessun problema nell'uso del PC, programmo in PHP, MySQ,
javascript eccetera, ma non idolatro nessuno, nemmeno l'open sopurce.
Il miglior sistema per fare gli interessi della Microsoft è fare lo struzzo
come fai tu.
Post by November
Detto questo, se linux non ti soddisfa, puoi benissimo non usarlo, come la
logica consiglia a qualunque persona dotata di un minimo di intelligenza.
Anche se non so se riusciremo a sopportare questo duro colpo tra noi
utenti linux...
Continua, continua a fare l'arrogante saputello, fai un bel sevizio al tuo
(si fa per dire) Linux.
Ciao
Leonardo
Il Poeta della Corteccia
2009-11-16 20:24:16 UTC
Permalink
In article <ze%Lm.94632$***@twister2.libero.it>, ***@libero.it
says...
Post by Leonardo
Writer è l'unico del dìpacchetto accettabile, per gli altri, il database in
particolare, meglio stendere un velo pietoso.
guarda condivido quasi completamnete il tuo giudizio su Office contro
Openoffice e sui programmi grafici; però si mi dici che access è un
databse serio allora cominciano a venirmi forti dubbi. Io penso che i
database, e in particolare il vetusto Microsoft Jet Database Engine sia
una delle porcate più oscene mai prodotte in M$. Per giunta chi ci ha
sviluppato ha preso una bella fregatura che cambia database oggi cambia
domani, con codici sempre incompatibili si è trovato spesso di fronte a
costi enormi per reingnerizzare il software col risultato che ancora
girano applicativi (specie gestionali e similari) che usano il vecchio
Jet con prestazioni oscene, perchè riscriverli sarebbe economicamnete
troppo onersoso.
Avessero investito in un database serio avrebbero speso inizialmente
forse di più, ma avrebbero mantenuto inalterato l'investimento.
Ora dimmi tutto quello che vuoi ma per il database veramente ci vuol
coraggio; anche perchè poi che poi sostanzialmente - parlando di roba
seria - è in parte indifferente l'OS su cui gira.
Enrico C
2009-11-16 17:28:27 UTC
Permalink
 >> e diventa quasi impossibile
Post by November
Post by Leonardo
fare un cercho e dargli uno sfondo.
Addirittura... non è che ti stai un po' arrampicando sugli specchi?
Provare per credere,
[...]

Va bene lo stesso un'ellisse? :DDD
Enrico C
2009-11-16 17:26:34 UTC
Permalink
Post by November
Non mi sembra proprio. A parte che non sapere l'inglese vuol dire avere
serie limitazioni nella vita in generale, ma non entro nella questione
visto che non c'entra nulla.
Beh, questo lascia un ampio mercato per chi scrive sistemi operativi e
programmi con documentazione in italiano ;-)


[...]
Post by November
Post by Leonardo
Trasponi questo nell'uso di software di grafica
Perché mai dovrei? I grafici sono una percentuale molto piccola, quasi
trascurabile.
Secondo te solo i grafici usano software di grafica?
Mai capitato di ritoccare le foto delle vacanze o fare un banner per
il sito web o un volantino per una festa ecc. ecc. ecc. col gimp o
analoghi?
whiplash
2009-11-16 17:31:08 UTC
Permalink
Mai capitato di ritoccare le foto delle vacanze o fare un banner per il
sito web o un volantino per una festa ecc. ecc. ecc. col gimp o
analoghi?
Sì.
Enrico C
2009-11-16 17:55:09 UTC
Permalink
Mai capitato di ritoccare le foto delle vacanze o fare un banner per il
sito web o un volantino per una festa ecc. ecc. ecc. col gimp o
analoghi?
Sì.
E come ti sei trovato? A me, superato il primo momento di
disorientamento di fronte all'interfaccia un po' "dispersa", il GIMP
mi pare un buon programma, stabile, ricco di funzioni e in fondo
neanche troppo difficile da usare, anche se magari qualche particolare
sarebbe migliorabile. Tra parentesi, è disponibile anche su Windows,
quindi si può usare su entrambi i sistemi.
Morde
2009-11-16 09:57:10 UTC
Permalink
Post by Leonardo
Per il resto della gente, oltre il 90% l'unica alternativa awindows è MAC.
Te lo dice uno che ha provato linux a più riprese e sempre lo ha abbandonato
per la scarsezza di documentazione in italiano, la confusionaria moltitudine
di software anche obsoleto che continua a girare nella rete (e non si capisce
bene per quale versione).
Il problema di fondo, non è "la confusionaria moltitudine
di software anche obsoleto che continua a girare nella rete", bensì la
mancanza del supporto dei fornitori di hardware.

Il vero gap che linux ha su mac (derivato anch'esso da linux, lo
sapevi?) è che il mac ha dietro un'industria che costruisce hardware e
scrive tutto il software per quell'hardware.

Linux invece deve essere rilasciato per adattarsi a migliaia di schede
hardware diverse, e non tutti i produttori desiderano rilasciare i
driver e/o le specifiche per scrivere i driver per i proprio
dispositivi.

Quanto alla qualità del software, per i progetti più seguiti è spesso
elevatissima e di gran lunga superiore al software closed source che
gira su windows.

Ciao
--
Morde
THe_ZiPMaN
2009-11-16 10:24:22 UTC
Permalink
Post by Morde
Il vero gap che linux ha su mac (derivato anch'esso da linux, lo
sapevi?)
COFF COFF....
Non diciamo stupidate per favore.
--
Flavio Visentin

Scientists have finally discovered what's wrong with the female brain:
On the left side, there is nothing right, and on the right side, there
is nothing left.
Morde
2009-11-16 11:38:48 UTC
Permalink
Post by THe_ZiPMaN
COFF COFF....
Non diciamo stupidate per favore.
Scusa puoi spiegarmi dov'è la stupidata? Dove parlo dell'unico GAP o
dove parlo della derivazione di mac da codice linux?
--
Morde
THe_ZiPMaN
2009-11-16 11:40:13 UTC
Permalink
Post by Morde
Post by THe_ZiPMaN
COFF COFF....
Non diciamo stupidate per favore.
Scusa puoi spiegarmi dov'è la stupidata? Dove parlo dell'unico GAP o
dove parlo della derivazione di mac da codice linux?
Mac non è derivato assolutamente da Linux.
--
Flavio Visentin

Scientists have finally discovered what's wrong with the female brain:
On the left side, there is nothing right, and on the right side, there
is nothing left.
Morde
2009-11-16 11:55:02 UTC
Permalink
Post by THe_ZiPMaN
Mac non è derivato assolutamente da Linux.
Oops, avevo confuso unix con linux #-)
--
Morde
Il Poeta della Corteccia
2009-11-16 19:38:14 UTC
Permalink
Post by Morde
Oops, avevo confuso unix con linux #-)
Attento a quando scopi a scegliere bene il buco.
Enrico C
2009-11-16 17:42:22 UTC
Permalink
On 16 Nov, 10:57, Morde <***@mailinator.com> wrote:
[...]
Post by Morde
Quanto alla qualità del software, per i progetti più seguiti è spesso
elevatissima e di gran lunga superiore al software closed source che
gira su windows.
Boh, dipende dai casi. C'è qualità elevatissima ma ci sono anche
troppe ciofeche, e chi prepara le distribuzioni dovrebbe IMHO fare più
selezione. Ma sono discorsi già fatti (per esempio sul NG apposito,
quello dove si dibatte di sistemi operativi). In questo thread mi pare
che si siano scatenati i "fan" dell'una e dell'altra parte, e davvero
non se ne sentiva la mancanza. Io non faccio il tifo per nessuno, sto
usando Ubuntu, uso anche Windows quando mi serve, userei anche un Mac
per certe cose se l'avessi. Fondamentalmente è bello ciò che piace e
va bene quel che va bene a te. Le guerre di religione lasciamole per
altre cose.
THe_ZiPMaN
2009-11-14 03:20:43 UTC
Permalink
Post by Fedewiico
1-Si considera sempre che tutti abbiano linee FLAT superveloci. NON E' COSI
!!!!
Nella mia zona la linea + veloce utilizzabile è la GPRS.
Quindi vorrei avere un bel bottone CONNETTI/DISCONNETTI con una bella
indicazione del tempo di durata della connesione.
Network manager se non ricordo male lo fa, gnome-ppp lo fa sicuramente. Gli
strumenti quindi ci sono basta saperli usare e per saperli usare basta
leggere la documentazione.
Post by Fedewiico
2-Creare la connesione ad internet con una delle 100mila chiavtte USB che
son state messe nel mercato è un dramma. Non è possibile fare una procedura
wizard del tipo: connessione internet, mi chiede il modello di chiavetta e
mi dice se ha i driver o no, e poi si prosegue. Non riesco mai a capire se
la mia chiavetta (MG10 wind) viene riconosciuta o no ..
Per quanto mi riguarda, quando l'ho usato, NM ha riconosciuto la chiavetta e
mi ha creato la connessione. Se non hai chiavette supportate non è colpa
certo di Ubuntu, ma è colpa tua che non ti sei informato se quella chiave
funziona con Linux. AFAIK p.es. tutte le huwaei funzionano.
Nella mia esperienza ho riscontrato ben più problemi con Windows che con
Linux nell'uso di chiavette UMTS.
Post by Fedewiico
3- C'è un nuovo gestore del software installato che va a sommarsi ai vari
synaptic ecc.. creando l'ennesima alternativa a qualcosa che gia funziona.
Serviva proprio??
L'infrastruttura su cui poggia è sempre la stessa, non c'è nulla di nuovo.
E' solo un'interfaccia semplificata per gli utenti, richiesta dagli utenti
stessi, e nessuno ti obbliga ad usarla se non ti piace.
Post by Fedewiico
4- Non capisco a quale utente desktop possano servire tutte quelle cartelle
"etc" "home" ecc..
Per capirlo basterebbe semplicemente leggere un po' di documentazione. Di
solito l'utente Windows ha il culo pesante e fatica molto a capire il
concetto di studio, e questa ne è una dimostrazione.
Post by Fedewiico
Ovvio che uno che viene da Windows dove esiste il C:\ e
basta
Quindi la directory Windows con le sue centinaia di subdirectory, la program
files, la Document and Settings (e/o la user), la system Volume information,
ecc.ecc. non esistono? Buono a sapersi. Se per sbaglio le trovi sul tuo PC
cancellale direttamente che tanto non servono a nulla (basta solo il C:\) e
sottraggono solo spazio agli MP3.
Post by Fedewiico
si trova spaesato!
E' un problema suo. Non glielo ha ordinato il medico di passare a Linux se
si trova bene con Windows, se non è pronto a cambiar metodo di lavoro e
soprattutto se non è in grado di leggere due paginette di manuale.
Non c'è cosa più irritante di leggere qualche utonto che si lamenta perché
in Windows è differente.
Post by Fedewiico
Subject: Re: 9.10 .. passano gli anni ma la mia opinione su linux non
cambia!
Io fossi in te desisterei definitivamente.

f/u.
--
Flavio Visentin

Scientists have finally discovered what's wrong with the female brain:
On the left side, there is nothing right, and on the right side, there
is nothing left.
Don Zauker
2009-11-14 07:50:59 UTC
Permalink
Post by THe_ZiPMaN
Post by Fedewiico
si trova spaesato!
E' un problema suo. Non glielo ha ordinato il medico di passare a Linux
col pippo... solitamente ti leggo diversamente, stavolta pecchi di
presunzione. il broblema rimane della comunità linux.

se vuol diffondere il suo prodotto deve introdurlo nel modo più soft
possibile (cmq, ne sono abbastanza soddisfatto oggi).

anni fa, comprai una distribuzione della Suse, ci rimunciai.

zipman, se bevo una birra, non devo sapere come è fatta, questi sono
cazzi di chi la produce, a te basti capire/percepire che sia buona.
November
2009-11-14 09:30:11 UTC
Permalink
Post by Don Zauker
Post by THe_ZiPMaN
Post by Fedewiico
si trova spaesato!
E' un problema suo. Non glielo ha ordinato il medico di passare a Linux
col pippo... solitamente ti leggo diversamente, stavolta pecchi di
presunzione.
Evidentemente non conosci il significato della parola presunzione. La
realtà è che è difficile rimanere calmi di fronte a tante stupidaggini
così concentrate.
Post by Don Zauker
il broblema rimane della comunità linux.
Parlacene dettagliatamente, in particolare del signor "comunità linux".
Post by Don Zauker
se vuol diffondere il suo prodotto deve introdurlo nel modo più soft
possibile (cmq, ne sono abbastanza soddisfatto oggi).
Ecco, forse non te ne sei accorto, ma è già diffuso, moltissimo. A parte
il desktop, dove per altro c'è un monopolio, con tutte le conseguenze
del caso, linux è stato un enorme successo.
Se poi non ti aggrada sei liberissimo di non usarlo.
Post by Don Zauker
anni fa, comprai una distribuzione della Suse, ci rimunciai.
E chissene?
Post by Don Zauker
zipman, se bevo una birra, non devo sapere come è fatta, questi sono
cazzi di chi la produce, a te basti capire/percepire che sia buona.
Ma non stai bevendo una birra, stai usando qualcosa di completamente
diverso. Le macchine servono per fare un lavoro stupido, l'intelligenza
deve risiedere in chi le usa e controlla, traendo così giovamento da
esse. Se stai cercando di dirci che vuoi un prodotto a prova di stupido
e che ti sostituisca in tutto e per tutto, cerca altrove, sempre che
tu riesca a trovarlo. Per quanto mi riguardo preferisco essere
intelligente, non stupido.
roberta rossi
2009-11-14 09:46:31 UTC
Permalink
Post by November
Evidentemente non conosci il significato della parola presunzione. La
realtà è che è difficile rimanere calmi di fronte a tante stupidaggini
così concentrate.
Eccolo qui l'esempio concreto di presunzione.
Post by November
Parlacene dettagliatamente, in particolare del signor "comunità linux".
C'è poco da dettagliare, da utente SuSE da anni permettimi di dire che sto
continuandoi ad avere moltissime difficoltà ad introdurlo capillarmente,
perchè la stragrande maggioranza della gente
1) non è superesperta
2) non è smanettona
3) non ha tempo da perdere a metterci le mani su, vuola un sistema che è
acceso, funzioni subito, vada in internet e non dia problemi.
Post by November
Ecco, forse non te ne sei accorto, ma è già diffuso, moltissimo. A parte
il desktop, dove per altro c'è un monopolio, con tutte le conseguenze del
caso, linux è stato un enorme successo.
non direi proprio. un successo per i superesperti e gli smanettoni, forse.
Post by November
Se poi non ti aggrada sei liberissimo di non usarlo.
su questo concordo!
Post by November
Ma non stai bevendo una birra, stai usando qualcosa di completamente
diverso. Le macchine servono per fare un lavoro stupido, l'intelligenza
deve risiedere in chi le usa e controlla, traendo così giovamento da esse.
Se stai cercando di dirci che vuoi un prodotto a prova di stupido e che ti
sostituisca in tutto e per tutto, cerca altrove, sempre che tu riesca a
trovarlo. Per quanto mi riguardo preferisco essere intelligente, non
stupido.
con quello che hai scritto, non dimostri di essere una tempesta di cervello,
IMHO.
bye da una SuSE user dal 1998.

Roberta
November
2009-11-14 09:57:36 UTC
Permalink
roberta rossi ha scritto:

Tagliando le puttanate di contorno, tipiche di chi non ha un cazzo da
dire...
Post by roberta rossi
C'è poco da dettagliare, da utente SuSE da anni permettimi di dire che
sto continuandoi ad avere moltissime difficoltà ad introdurlo
Semplicemente la gente è restia a cambiare abitudini e a imparare
qualcosa di nuovo piuttosto che consolidare la propria conoscenza,
indipendentemente dal campo e dalla conoscenza in questione. Il che può
essere comprensibile e spesso sbagliato, ma non ha nulla a che vedere
con la bontà di quelle abitudini e ancor meno sulla validità di un
sistema piuttosto che un altro.
Post by roberta rossi
Post by November
Ecco, forse non te ne sei accorto, ma è già diffuso, moltissimo. A
parte il desktop, dove per altro c'è un monopolio, con tutte le
conseguenze del caso, linux è stato un enorme successo.
non direi proprio.
Perché sei ignorante e ignori la sua enorme diffusione, dagli
elettrodomestici ai supercomputer. Ma anche questo è un problema tuo,
non perderò tempo ad illustrarti gli innumerevoli ambiti in cui viene
ampiamente utilizzato con successo (tra cui anche i
cellulari/smartphone, dove ad esempio Microsoft le sta prendendo di
santa ragione, tanto per dirne una).
Post by roberta rossi
con quello che hai scritto, non dimostri di essere una tempesta di
cervello, IMHO.
E figurati se non mancava il "gne gne gne" finale...

A mai più.
THe_ZiPMaN
2009-11-14 15:48:58 UTC
Permalink
Post by roberta rossi
C'è poco da dettagliare, da utente SuSE da anni permettimi di dire che sto
continuandoi ad avere moltissime difficoltà ad introdurlo capillarmente,
perchè la stragrande maggioranza della gente
1) non è superesperta
2) non è smanettona
3) non ha tempo da perdere a metterci le mani su, vuola un sistema che è
acceso, funzioni subito, vada in internet e non dia problemi.
Tutto questo non è per carenze di SuSE ma è per carenze degli utenti.

La mia padrona di casa, così come un sacco di persone che conosco, hanno
avuto le STESSE identiche difficoltà con Windows.
La differenza è solo che la stragrande maggioranza degli utenti per un
motivo o per l'altro (p.es. per lavoro) sono già entrati in contatto con
Windows e quindi in parte sono già assuefatti alla sua illogicità e sanno
arrabattarsi a sufficienza, cosa non vera per Linux. Inoltre è molto più
semplice trovare l'amico che conosce Windows un po' meglio che ti possa
aiutare in caso di problemi.
Tant'è che chi è forzato ad usare Linux, dopo 2 mesi di disorientamento e
bestemmie si abitua e dopo 6 mesi diventa più produttivo che con Windows
(posso portare moltissime esperienze dirette su questo punto, sia personali
che aziendali).

A riprova di quanto affermato, uno studio condotto recentemente sulla
semplicità d'uso per utenti completamente a digiuno di informatica, ha
dimostrato che per questo aspetto al primo posto c'è MacOSX (con un
vantaggio consistente) al secondo c'è Ubuntu e in fondo staccato di alcuni
punti percentuali c'è Windows Vista (ai tempi Seven non c'era ancora).
Post by roberta rossi
Post by November
Ecco, forse non te ne sei accorto, ma è già diffuso, moltissimo. A parte
il desktop, dove per altro c'è un monopolio, con tutte le conseguenze del
caso, linux è stato un enorme successo.
non direi proprio. un successo per i superesperti e gli smanettoni, forse.
Invece il successo sia proprio tra utenti comuni (ovviamente tra quelli che
sanno aggiornare il SO al proprio PC) che hanno praticamente raddoppiato il
loro numero in due anni grazie al flop di sVista. Chi frequesta questo NG,
così come icoli, ne sono una dimostrazione.
--
Flavio Visentin

Scientists have finally discovered what's wrong with the female brain:
On the left side, there is nothing right, and on the right side, there
is nothing left.
roberta rossi
2009-11-14 16:55:42 UTC
Permalink
Post by THe_ZiPMaN
Tutto questo non è per carenze di SuSE ma è per carenze degli utenti.
Altro esempio di presunzione apertamente dimostrata.
Post by THe_ZiPMaN
Tant'è che chi è forzato ad usare Linux, dopo 2 mesi di disorientamento e
bestemmie si abitua e dopo 6 mesi diventa più produttivo che con Windows
(posso portare moltissime esperienze dirette su questo punto, sia
personali che aziendali).
Posso portare un'enormità di esempi che non è così, ma non cambieresti una
virgola, quindi sorvolo.....
Post by THe_ZiPMaN
A riprova di quanto affermato, uno studio condotto recentemente sulla
semplicità d'uso per utenti completamente a digiuno di informatica, ha
dimostrato che per questo aspetto al primo posto c'è MacOSX (con un
vantaggio consistente) al secondo c'è Ubuntu e in fondo staccato di alcuni
punti percentuali c'è Windows Vista (ai tempi Seven non c'era ancora).
Dov'è Windows XP? Te lo sei perso per strada? ;-)
Post by THe_ZiPMaN
Invece il successo sia proprio tra utenti comuni (ovviamente tra quelli
che sanno aggiornare il SO al proprio PC)
Che non sono neppure il 50%. Ma dai, piantiamola qui, per favore.
THe_ZiPMaN
2009-11-14 17:36:08 UTC
Permalink
Post by roberta rossi
Post by THe_ZiPMaN
Tutto questo non è per carenze di SuSE ma è per carenze degli utenti.
Altro esempio di presunzione apertamente dimostrata.
Attenta alle travi.
Post by roberta rossi
Post by THe_ZiPMaN
Tant'è che chi è forzato ad usare Linux, dopo 2 mesi di disorientamento e
bestemmie si abitua e dopo 6 mesi diventa più produttivo che con Windows
(posso portare moltissime esperienze dirette su questo punto, sia
personali che aziendali).
Posso portare un'enormità di esempi che non è così, ma non cambieresti una
virgola, quindi sorvolo.....
Tipico caso in cui "potrei portare" ma non porti. Porta casi specifici e
vediamo se il problema è legato all'utente o all'inusabilità della distro.
Altrimenti potresti passare per una quaqquaraqquà.
Post by roberta rossi
Post by THe_ZiPMaN
A riprova di quanto affermato, uno studio condotto recentemente sulla
semplicità d'uso per utenti completamente a digiuno di informatica, ha
dimostrato che per questo aspetto al primo posto c'è MacOSX (con un
vantaggio consistente) al secondo c'è Ubuntu e in fondo staccato di alcuni
punti percentuali c'è Windows Vista (ai tempi Seven non c'era ancora).
Dov'è Windows XP? Te lo sei perso per strada? ;-)
Lo studio non l'ho fatto io ed era stato condotto su quei 3 S.O., quindi
lamentati con loro.
In ogni caso Windows XP è stato riconosciuto da diversi studi (sia interni a
MS che di terze parti) come meno usabile di Windows Vista per l'utente senza
esperienze pregresse, quindi non serve essere un pozzo di scienza per capire
che sarebbe ancora più indietro in classifica.
Post by roberta rossi
Post by THe_ZiPMaN
Invece il successo sia proprio tra utenti comuni (ovviamente tra quelli
che sanno aggiornare il SO al proprio PC)
Che non sono neppure il 50%. Ma dai, piantiamola qui, per favore.
E quindi? I rimanenti sono totalmente avulsi dal S.O. a prescindere da quale
esso sia. Ho esperienza diretta di persone di un'azienda (magazzino) che
fino al venerdì lavoravano con Windows e il Lunedì hanno continuato a
lavorare senza accorgersi che c'era Linux. Per queste persone Lin o Win è
indifferente.
--
Flavio Visentin

Scientists have finally discovered what's wrong with the female brain:
On the left side, there is nothing right, and on the right side, there
is nothing left.
Il Poeta della Corteccia
2009-11-16 19:43:20 UTC
Permalink
Post by THe_ZiPMaN
Post by roberta rossi
C'è poco da dettagliare, da utente SuSE da anni permettimi di dire che sto
continuandoi ad avere moltissime difficoltà ad introdurlo capillarmente,
perchè la stragrande maggioranza della gente
1) non è superesperta
2) non è smanettona
3) non ha tempo da perdere a metterci le mani su, vuola un sistema che è
acceso, funzioni subito, vada in internet e non dia problemi.
Tutto questo non è per carenze di SuSE ma è per carenze degli utenti.
kwoto per imperituro ricordo ai posteri! :-D
Il Poeta della Corteccia
2009-11-16 20:03:44 UTC
Permalink
Post by roberta rossi
bye da una SuSE user dal 1998.
Bah, io senza non saprei come fare a far girar l'ufficio onestamente.
Tolte le macchine win per la grafica vettoriale (il vero problema è che
non esistono programmi commerciali evoluti in ambiente linux, specie di
grafica vettoriale) e se vogliamo anche Office (che non è
prestazionalmente confrontabile con OpenOffice, ma meglio che niente si
capisce), il resto mi gira tutto su Suse. Tutti i server, tutto il
routing, il sistema di firewalling. Non saprei nemmeno come fare senza.
Dovrei usare qualcosa a base freebsd o openbsd, unix insomma, ma come
semplicità installazione non c'è paragone.
Ma per una che usa Suse ... sei anche tu qui per trollare o hai preso
un colpo di sole per caso ? Non credo proprio che un Suse user passi a
ste' distro; magari fa una debian su un server particolare, ma ubuntu
... scherziamo?
E' come spedire con un calcio in ... il fidato e stupendo gatto
certosino e mettere in casa un pulcioso randagio recuperato dal bidone
dell'immondizia. Che ci guadagni ? Costa meno di toilette ?
Enrico C
2009-11-16 21:43:11 UTC
Permalink
Post by Il Poeta della Corteccia
E' come spedire con un calcio in ... il fidato e stupendo gatto
certosino e mettere in casa un pulcioso randagio recuperato dal bidone
dell'immondizia. Che ci guadagni ?
mpff. Cos'hai contro i randagini pulciosi? Sono quelli che danno
maggiori soddisfazioni ;)
Post by Il Poeta della Corteccia
Costa meno di toilette ?
Ma spendi per l'antipulci!
Don Zauker
2009-11-14 09:49:01 UTC
Permalink
Post by November
Post by Don Zauker
col pippo... solitamente ti leggo diversamente, stavolta pecchi di
presunzione.
Evidentemente non conosci il significato della parola presunzione. La
realtà è che è difficile rimanere calmi di fronte a tante stupidaggini
così concentrate.
http://www.etimo.it/?term=presunzione
“Opinione troppo vantaggiosa di sé medesimo.”

non mi sembra fedewiico abbia perso le staffe, un opinione
che può trovare altri consensi.

per il resto... lascio stare, troppo spocchioso per i miei gusti.
THe_ZiPMaN
2009-11-14 15:35:54 UTC
Permalink
Post by Don Zauker
Post by THe_ZiPMaN
Post by Fedewiico
si trova spaesato!
E' un problema suo. Non glielo ha ordinato il medico di passare a Linux
col pippo... solitamente ti leggo diversamente, stavolta pecchi di
presunzione. il broblema rimane della comunità linux.
Per me no, rimane di chi va a lamentarsi su un NG Linux che Linux non è
uguale a Windows. Se uno vuole una cosa uguale a Windows usi Windows.
Post by Don Zauker
se vuol diffondere il suo prodotto deve introdurlo nel modo più soft
possibile (cmq, ne sono abbastanza soddisfatto oggi).
E chi ha detto che sia questo l'obiettivo della comunità Linux? e chi ha
detto che per raggiungere questo obiettivo si debba rendere Linux uguale a
Windows?
Post by Don Zauker
anni fa, comprai una distribuzione della Suse, ci rimunciai.
Io anni fai installai una Debian e ci rinunciai. Non perché Debian fosse
diversa da Windows, ma perché IO non ero capace di usarla. E non mi sono
lamentato con Ian perché la mia Debian 0.9x non andava sul mio PC dove
Windows 3.11 girava benissimo.
Post by Don Zauker
zipman, se bevo una birra, non devo sapere come è fatta, questi sono
cazzi di chi la produce, a te basti capire/percepire che sia buona.
Quindi che ci sia dentro un po' di diossina o che il luppolo con cui è stata
fatta provenga da Chernobyl non ti interessa?
--
Flavio Visentin

Scientists have finally discovered what's wrong with the female brain:
On the left side, there is nothing right, and on the right side, there
is nothing left.
Don Zauker
2009-11-14 18:07:38 UTC
Permalink
Post by THe_ZiPMaN
Per me no, rimane di chi va a lamentarsi su un NG Linux che Linux non è
uguale a Windows. Se uno vuole una cosa uguale a Windows usi Windows.
ma chi disprezza compra. io stesso, faccio spesso paragoni e li noto
anche con dei miei conoscenti vorrebbe fare il passo.
mi chiedono addirittura se Linux è fatto a cartelle come Windows,
pensano sia un O.S da terminale, senza interfaccia grafica.
Post by THe_ZiPMaN
Post by Don Zauker
se vuol diffondere il suo prodotto deve introdurlo nel modo più soft
possibile (cmq, ne sono abbastanza soddisfatto oggi).
E chi ha detto che sia questo l'obiettivo della comunità Linux? e chi ha
detto che per raggiungere questo obiettivo si debba rendere Linux uguale a
Windows?
KDE, Gnome non sono sistemi continuamente aggiornati affinché elaborino
interfacce grafiche in modo da rendere più simile Linux a Windows?

è una mia percezione, se si muovono in questa direzione...

non sarà l'obiettivo principale, ma IMO se si vuole facilitare il
passaggio anche dell'utente casalingo e non solo degli addetti ai
lavori, devono lavorare per rendere meno difficoltoso il passaggio.
ci stanno riuscendo, se riesco ad utilizzarlo persino io...
Post by THe_ZiPMaN
Post by Don Zauker
anni fa, comprai una distribuzione della Suse, ci rinunciai.
Io anni fai installai una Debian e ci rinunciai. Non perché Debian fosse
diversa da Windows, ma perché IO non ero capace di usarla. E non mi sono
lamentato con Ian perché la mia Debian 0.9x non andava sul mio PC dove
Windows 3.11 girava benissimo.
stessa cosa, anche io non ero e non sono ancora capace di usare Linux
oggi. ma idem per Windows... sono uno smanettone che spesso fa casini.
Post by THe_ZiPMaN
Post by Don Zauker
zipman, se bevo una birra, non devo sapere come è fatta, questi sono
cazzi di chi la produce, a te basti capire/percepire che sia buona.
Quindi che ci sia dentro un po' di diossina o che il luppolo con cui è stata
fatta provenga da Chernobyl non ti interessa?
beh, io la birra la produco... acqua del posto, non contaminato per
fortuna. le materie prime tutte Tedesche, fa molto in, peraltro.
ce ne sono altri di posti noti per le materie prime, ma mai sentito
Chernobyl :-D

clienti curiosi della lavorazione ne ho trovati, ma mai nessuno mi ha
espresso questi dubbi.

poi siamo sempre lì, non avrei le conoscenze di base per comprendere
quello che mi risponderesti se ti chiedessi cosa gira sotto
l'interfaccia grafica, come chi chiede a me un passaggio tecnico,
della lavorazione, normale... dopo un paio di minuti che spiego se ne
vanno più incasinati di prima. meglio non farsi troppe domande :-)
THe_ZiPMaN
2009-11-14 18:43:47 UTC
Permalink
Post by Don Zauker
Post by THe_ZiPMaN
E chi ha detto che sia questo l'obiettivo della comunità Linux? e chi ha
detto che per raggiungere questo obiettivo si debba rendere Linux uguale a
Windows?
KDE, Gnome non sono sistemi continuamente aggiornati affinché elaborino
interfacce grafiche in modo da rendere più simile Linux a Windows?
è una mia percezione, se si muovono in questa direzione...
Sì, è certamente una tua percezione. Ci sono degli step evolutivi naturali
per tutte le interfacce e questi sono compiuti da Linux, da Windows e da
MacOSX, ma tranne questi step evolutivi forzati la direzione di sviluppo è
decisamente diversa sotto tanti punti di vista. Per una similitudine ci sono
cento differenze.
Post by Don Zauker
non sarà l'obiettivo principale, ma IMO se si vuole facilitare il
passaggio anche dell'utente casalingo e non solo degli addetti ai
lavori, devono lavorare per rendere meno difficoltoso il passaggio.
ci stanno riuscendo, se riesco ad utilizzarlo persino io...
Ci sono certe distro e certi team di sviluppo che lavorano in questa
direzione. XPDE ne è un esempio, ma non è certo l'obiettivo principale degli
sviluppatori Linux anche perché Win è pieno di difetti ed incongruenze nella
UI che solo un pazzo vorrebbe replicare :-)
--
Flavio Visentin

Nel messaggio <hcn9tv$ec$***@news.albasani.net> un cretino ha scritto:
"Il microkernel e' morto da molto tempo ed ancora non lo sa." (cit. Bluff)
--
Flavio Visentin

Scientists have finally discovered what's wrong with the female brain:
On the left side, there is nothing right, and on the right side, there
is nothing left.
Enrico C
2009-11-14 11:05:56 UTC
Permalink
On 14 Nov, 04:20, THe_ZiPMaN <***@zipman.it> wrote:

[...]
Post by THe_ZiPMaN
strumenti quindi ci sono basta saperli usare e per saperli usare basta
leggere la documentazione.
[...]
Post by THe_ZiPMaN
stessi, e nessuno ti obbliga ad usarla se non ti piace.
[...]
Post by THe_ZiPMaN
E' un problema suo. Non glielo ha ordinato il medico di passare a Linux se
Peccato queste risposte burocratiche e grevi (mi riferisco al tuo fup2
it.fan,culo).

Non hai colto la questione posta dall'OP. Ubuntu si propone,
giustamente imho, di essere più user friendly dei "soliti" linux. In
parte lo è, in parte si potrebbe far meglio.

Proporre strumenti il cui funzionamento è incerto e poco intuitivo
(anch'io ho dovuto combattere ore con il network manager per una
chiavetta huweei teoricamente supportata, pur cercando documentazione
ecc., vedi anche un mio thread in proposito quest'estate) o proporre
troppi strumenti sovrapposti per fare la stessa cosa (come nel caso
segnalato dei gestori di pacchetti), non è il massimo dell'user
friendly. Tutto qua. Poi è chiaro che alcune cose vanno capite, c'è da
documentarsi, provare, non ci si può aspettare tutta la pappa
pronta... ma est modus in rebus, ovvero alla fine della fiera il tempo
e la competenza tecnica necessari per documentarmi e far funzionare
qualcosa non deve superare certi limiti "umani", se si spera che un
sistema venga usato anche al di fuori delle solite nicchie, anche se
non proprio dai dummy.


[...]
Post by THe_ZiPMaN
Io fossi in te desisterei definitivamente.
f/u.
Bah.
Valerio Valentini
2009-11-15 10:29:18 UTC
Permalink
[cut]

Risopondo a te perchè ovunque ti legga mi sembri sempre il più equlibrato,
serio e ben disposto verso gli altri. Da utente medio di computer con
decorose conoscenze in win e appena un'infarinatura di linux credo che
Fedewiico abbia ragione valutando l'aspetto esteriore del problema e cioè
che l'installazione di linux non è agevolissima per un utente medio e forse
è ancora realmente più complessa di win. Mentre credo che nell'uso comune
questa versione di ubuntu sia davvero facile ed intuitiva. Mia moglie,
utente classico, al secondo giorno usava ed usa indifferentemente XP e
Karmic.
Ciò che forse tutti in questa discussione hanno ignorato, e che a mio avviso
rappresenta il vero gap di cui linux si deve far carico, è proprio
l'installazione. Quanti utenti comuni conoscete che hanno comperato un
computer senza SO e se lo sono installati a casa da soli. Il mondo è pieno
di pc con win preinstallato. Poi se volessimo discutere sul perchè il mondo
è pieno di pc con win preinstallato l'orrizionte si amplia enormemente tra
giusto e sbagliato. Resta a mio avviso un problema semplice: se
realisticamente si vuole prenderne atto è così e linux deve tentare di
superare questo gap.
cicap
2009-11-15 11:43:09 UTC
Permalink
Post by Valerio Valentini
Ciò che forse tutti in questa discussione hanno ignorato, e che a mio avviso
rappresenta il vero gap di cui linux si deve far carico, è proprio
l'installazione.
L'installazione è semplice tanto quanto con Windows, anzi più semplice e
veloce secondo me (parlo di Ubuntu, dall'altro canto cose come Gentoo
sono impraticabili per un non informatico, ma se il target è quello è
giusto così).

Se poi parli di OS preistallati, beh allora ok.
Enrico C
2009-11-15 14:01:16 UTC
Permalink
On 15 Nov, 11:29, "Valerio Valentini" <***@accessgroup.it> wrote:
[...]
Post by Valerio Valentini
Ciò che forse tutti in questa discussione hanno ignorato, e che a mio avviso
rappresenta il vero gap di cui linux si deve far carico, è proprio
l'installazione.
Per quanto riguarda Ubuntu, io oggi trovo l'installazione standard
abbastanza semplice e veloce, se sai cosa vuoi fare, però si potrebbe
migliorare, per esempio aggiungendo una spiegazione nel momento in cui
si chiede quale file system usare e dove mettere "/" , "home", ecc.
Basterebbe veramente poco, un'informazione giusta al punto giusto, per
rendere la pillola meno indigesta.
Valerio Valentini
2009-11-15 21:40:38 UTC
Permalink
Post by Enrico C
[...]
Post by Valerio Valentini
Ciò che forse tutti in questa discussione hanno ignorato, e che a
mio avviso rappresenta il vero gap di cui linux si deve far carico,
è proprio l'installazione.
Per quanto riguarda Ubuntu, io oggi trovo l'installazione standard
abbastanza semplice e veloce, se sai cosa vuoi fare, però si potrebbe
migliorare, per esempio aggiungendo una spiegazione nel momento in cui
si chiede quale file system usare e dove mettere "/" , "home", ecc.
Basterebbe veramente poco, un'informazione giusta al punto giusto, per
rendere la pillola meno indigesta.
Rispondo a te per entrambi, non voglio giudicare se l'installazione sia più
o meno semplice di windows, il problema è che appunto almeno il 70% della
gente comune compera il pc già preinstallato e questo riduce enormemente la
diffusione di linux.
THe_ZiPMaN
2009-11-15 23:57:56 UTC
Permalink
Post by Valerio Valentini
Rispondo a te per entrambi, non voglio giudicare se l'installazione sia più
o meno semplice di windows, il problema è che appunto almeno il 70% della
gente comune compera il pc già preinstallato e questo riduce enormemente la
diffusione di linux.
Siamo tutti d'accordo, ma non possiamo fargliene una colpa.
Che M$ sia più abile nel marketing è un dato di fatto, e se anche Linux
fosse il prodotto migliore al mondo sarebbe comunque dietro grazie al marketing.
--
Flavio Visentin

Scientists have finally discovered what's wrong with the female brain:
On the left side, there is nothing right, and on the right side, there
is nothing left.
Valerio Valentini
2009-11-16 19:40:20 UTC
Permalink
Post by THe_ZiPMaN
Post by Valerio Valentini
Rispondo a te per entrambi, non voglio giudicare se l'installazione
sia più o meno semplice di windows, il problema è che appunto almeno
il 70% della gente comune compera il pc già preinstallato e questo
riduce enormemente la diffusione di linux.
Siamo tutti d'accordo, ma non possiamo fargliene una colpa.
Che M$ sia più abile nel marketing è un dato di fatto, e se anche
Linux fosse il prodotto migliore al mondo sarebbe comunque dietro grazie
al
marketing.
Non è una questione di colpe, è ovvio che un software gratuito non avrà mai
il denaro, anche a pari di abilità, che ha un'azienda che del marketing fa
un componente del proprio OS, ma ciò che voglio dire è che proprio per
questo per chi sviluppa linux la facilità d'installazione diventa un
passaggio obbligato, come daltronde con Ubuntu già in buona parte hanno
fatto.
Enrico C
2009-11-16 17:34:35 UTC
Permalink
Post by Valerio Valentini
Rispondo a te per entrambi, non voglio giudicare se l'installazione sia più
o meno semplice di windows, il problema è che appunto almeno il 70% della
gente comune compera il pc già preinstallato e questo riduce enormemente la
diffusione di linux.
Diciamo anche che se non sei in grado di installare Ubuntu -che ha
un'installazione semplificata- non sarai neanche in grado di
affrontare i problemi piccoli e grandi che si possono presentare
nell'uso (a meno che non ci sia un supporto alle spalle che risolve
per te tutti i problemi).
Enrico C
2009-11-16 17:49:05 UTC
Permalink
Post by Enrico C
Post by Valerio Valentini
Rispondo a te per entrambi, non voglio giudicare se l'installazione sia più
o meno semplice di windows, il problema è che appunto almeno il 70% della
gente comune compera il pc già preinstallato e questo riduce enormemente la
diffusione di linux.
Diciamo anche che se non sei in grado di installare Ubuntu -che ha
un'installazione semplificata- non sarai neanche in grado di
affrontare i problemi piccoli e grandi che si possono presentare
nell'uso (a meno che non ci sia un supporto alle spalle che risolve
per te tutti i problemi).
Aggiungiamo anche che chi partecipa in questo gruppo si suppone che
abbia un Ubuntu installato o almeno voglia provare a installarlo :-)
Valerio Valentini
2009-11-16 19:44:30 UTC
Permalink
Post by Enrico C
Post by Enrico C
Post by Valerio Valentini
Rispondo a te per entrambi, non voglio giudicare se l'installazione
sia più o meno semplice di windows, il problema è che appunto
almeno il 70% della gente comune compera il pc già preinstallato e
questo riduce enormemente la diffusione di linux.
Diciamo anche che se non sei in grado di installare Ubuntu -che ha
un'installazione semplificata- non sarai neanche in grado di
affrontare i problemi piccoli e grandi che si possono presentare
nell'uso (a meno che non ci sia un supporto alle spalle che risolve
per te tutti i problemi).
Aggiungiamo anche che chi partecipa in questo gruppo si suppone che
abbia un Ubuntu installato o almeno voglia provare a installarlo :-)
Forse mi sono spiegato male, non parlo di me, che compero pc o componenti e
mi installo gli SO con sufficiente tranquillità, come ho detto sopra, il
problema è che la maggior parte degli utenti compera un pc preinstallato e
di questi almeno il 90% sono WIN. Quindi la continua facilitazione
nell'installazione è l'unica via di larga diffusione che può seguire linux,
a meno che tu non decida di pagare marketing e pubblicità di tasca tua ;-)
cicap
2009-11-14 10:07:10 UTC
Permalink
Post by Fedewiico
Tempo fa ho sentito parlare di un centinaio di idee per rendere più user
friendly ubuntu linux.
Speravo che questa 9.10 ne beneficiasse ma sostanzialmente credo che ci
siano sempre dei concetti di fondo radicati che non si vogliono cambiare.
Provo ad elencarne qualcuno.
Non condivido i punti che hai sollevato, ma invece rilevo altri problemi.
Il problema principale, nonostante molti continuino a non volerlo
ammettere, è il riconoscimento hardware.
Ne ho avuto l'ennesima prova la settimana scorsa: su un portatile ho
montato Ubuntu 9.10 e Windows7.

Il secondo ha riconosciuto tutto al primo colpo. Certo occupa più
memoria, è leggermente più lento (ma di poco, il 7 dicono essere un buno
OS), l'installazione occupa troppi giga (24!).
Ubuntu invece? Webcamera non funziona correttamente, Bluetooth non viene
riconosciuto, modem non funziona.

Risultato? Si usa windows. Certo potrei perderci 2 giornate per cercare
di compilare i driver e chissà che altro. Poi mi direte che è colpa dei
maledetti winmodem, sarà tutto vero. Ma il risultato? Su Windows
funziona e sull'altro no. Questo interessa ad un utente qualsiasi non la
filosofia secondo cui un winmodem è una porcheria e bisogna comprare
questo e quello.

Poi io so che il motivo per cui Windows riconosce tutto non sta per
forza nella bontà del suo team di sviluppo, ma piuttosto nella posizione
di mercato che ha raggiunto (chi distribuirebbe un hardware di uso
comune senza un driver perfettamente funzionate per Windows?).
THe_ZiPMaN
2009-11-14 15:54:38 UTC
Permalink
Post by cicap
Ne ho avuto l'ennesima prova la settimana scorsa: su un portatile ho
montato Ubuntu 9.10 e Windows7.
Il secondo ha riconosciuto tutto al primo colpo. Certo occupa più
memoria, è leggermente più lento (ma di poco, il 7 dicono essere un buno
OS), l'installazione occupa troppi giga (24!).
Ubuntu invece? Webcamera non funziona correttamente, Bluetooth non viene
riconosciuto, modem non funziona.
Se cerchi sui NG di Windows 7 trovi parecchi esempi della situazione
diametralmente opposta, con gente che si lamenta che Windows non ha
riconosciuto tutte le sue periferiche mentre Ubuntu ha fatto andare tutto al
primo colpo.
C'è ancora un gap considerevole per certe periferiche di infima qualità
provenienti dal mercato cinese e per alcune periferiche di nicchia o di
recentissima introduzione, ma per il 90% dell'hardware circolante questo non
è vero. E uno che usa già Linux ovviamente se non è stupido deve accertarsi
prima della compatibilità delle periferiche nuove che intende acquistare.
Post by cicap
Risultato? Si usa windows. Certo potrei perderci 2 giornate per cercare
di compilare i driver e chissà che altro.
Ma magari anche molto meno. Comunque come detto non è che Linux debba per
forza soddisfare tutti i gusti. Io lo dico sempre di provare una live prima
di installare. Se non piace o non si può lavorare si torna indietro.
--
Flavio Visentin

Scientists have finally discovered what's wrong with the female brain:
On the left side, there is nothing right, and on the right side, there
is nothing left.
roberta rossi
2009-11-14 16:57:42 UTC
Permalink
Post by THe_ZiPMaN
Se cerchi sui NG di Windows 7 trovi parecchi esempi della situazione
diametralmente opposta, con gente che si lamenta che Windows non ha
riconosciuto tutte le sue periferiche mentre Ubuntu ha fatto andare tutto
al primo colpo.
Dai, piantala, lo sai benissimo che non è così :-) E te lo dice una che
mastica Linux da più di dieci anni :-)
THe_ZiPMaN
2009-11-14 17:45:34 UTC
Permalink
Post by roberta rossi
Post by THe_ZiPMaN
Se cerchi sui NG di Windows 7 trovi parecchi esempi della situazione
diametralmente opposta, con gente che si lamenta che Windows non ha
riconosciuto tutte le sue periferiche mentre Ubuntu ha fatto andare tutto
al primo colpo.
Dai, piantala, lo sai benissimo che non è così :-)
Ma ci sei o ci fai? Hai provato a fare una banale ricerca?
http://groups.google.it/group/it.comp.os.win.windows7/search?hl=en&group=it.comp.os.win.windows7&q=ubuntu
Da qui solo nella prima pagina leggi già 3 esempi di quanto affermato.
Ovviamente non è l'unica fonte, se frequentassi altri luoghi avresti altri
riscontri. Ti do anche un hint... uno dei componenti più problematici è lo
scanner.
Post by roberta rossi
E te lo dice una che mastica Linux da più di dieci anni :-)
Puoi masticarlo anche da 18, ma evidentemtente tutti questi anni di grande
esperienza non ti sono serviti manco per imparare a fare una banale ricerca
tra i newsgroup.
Ora da brava torna a masticare il cibo perché Linux di deve essere piuttosto
indigesto.
--
Flavio Visentin

Scientists have finally discovered what's wrong with the female brain:
On the left side, there is nothing right, and on the right side, there
is nothing left.
cicap
2009-11-14 17:58:19 UTC
Permalink
Post by THe_ZiPMaN
Post by roberta rossi
Dai, piantala, lo sai benissimo che non è così :-)
Ma ci sei o ci fai? Hai provato a fare una banale ricerca?
http://groups.google.it/group/it.comp.os.win.windows7/search?hl=en&group=it.comp.os.win.windows7&q=ubuntu
Perdonami, ma cosa dovrebbe dismostrare? Che esiste qualcuno a cui
Windows 7 non ha riconosciuto qualcosa?
Vide
2009-11-16 12:44:34 UTC
Permalink
Post by cicap
Perdonami, ma cosa dovrebbe dismostrare? Che esiste qualcuno a cui
Windows 7 non ha riconosciuto qualcosa?
L'hai detto tu che "[Windows 7] ha riconosciuto tutto al primo colpo".
Lui ti ha detto che invce, per altri utenti con altro HW, questa tua frase
non è vera.

Poi con sto cazzo riconoscimento HW si arriva sempre alle solite. Ognuno ha
la sua esperienza e la vuole vendere come verità assoluta (da ambe le
parti), quando semplicemente è un campo troppo vasto per poter dare 10
esperienze come statisticamente buone.
--
Vide
cicap
2009-11-16 19:05:56 UTC
Permalink
Post by Vide
Post by cicap
Perdonami, ma cosa dovrebbe dismostrare? Che esiste qualcuno a cui
Windows 7 non ha riconosciuto qualcosa?
L'hai detto tu che "[Windows 7] ha riconosciuto tutto al primo colpo".
Lui ti ha detto che invce, per altri utenti con altro HW, questa tua frase
non è vera.
Quella è la mia esperienza. Non nego che possa esistere qualcuno a cui
tutto non fili liscio al primo colpo. Ho mai detto che non possa
esistere? No.
Post by Vide
Poi con sto cazzo riconoscimento HW si arriva sempre alle solite. Ognuno ha
la sua esperienza e la vuole vendere come verità assoluta (da ambe le
parti), quando semplicemente è un campo troppo vasto per poter dare 10
esperienze come statisticamente buone.
Alla fine anche Zipman ha ammesso che statisticamente c'è più hardware
casalingo non riconosciuto da Ubuntu che da Windows.
Ed è esattamente quello che intendevo dire. D'altro canto, ragionavo, se
a me Windows ha sempre riconosciuto TUTTO e Ubuntu no, è impossibile che
sia sfiga e basta, anche perché ho provato l'esperienza su tre portatili
e un fisso.
Magari un giorno mi capiterà l'HW non riconosciuto da Windows ma questo
non significa nulla ai fini statistici.
cicap
2009-11-14 17:55:55 UTC
Permalink
Post by THe_ZiPMaN
Se cerchi sui NG di Windows 7 trovi parecchi esempi della situazione
diametralmente opposta, con gente che si lamenta che Windows non ha
riconosciuto tutte le sue periferiche mentre Ubuntu ha fatto andare
tutto al primo colpo.
Se se. Lo sapevo che sarebbe saltato fuori il fanatico di turno a
sostenere l'insostenibile. Magari è vero per chissà quale hardware, non
certo per quello di uso domestico.

Nella mia modesta esperienza, si è sempre verificato il contrario e
questo succede SISTEMATICAMENTE.
Se mi racconti il contrario, o utilizzi hardware tutto tuo oppure
semplicemente non ti credo.
Post by THe_ZiPMaN
Post by cicap
Risultato? Si usa windows. Certo potrei perderci 2 giornate per
cercare di compilare i driver e chissà che altro.
Ma magari anche molto meno.
Se lo fa un esperto certamente. Io non mi definisco tale, non di SO
Linux. Il brutto è che non lo sono nemmeno di OS Windows, ma chissà come
mai non c'è ne mai bisogno.
E ripeto: non sto dicendo che è meglio, ma solo che per un uso domestico
Windows ha questo vantaggio. Poi avrà altri svantaggi (o fatto notare
che Windows 7 occupa 24 giga di installazione, mentre Ubuntu appena 4).

E Ubuntu sta cercando di sfondare su quel piano, quindi è fuori tema
tirare fuori discorsi sull'ambito di utilizzo dei sistemi Linux.
Post by THe_ZiPMaN
Comunque come detto non è che Linux debba
per forza soddisfare tutti i gusti.
In alcuni casi non si tratta di gusti (come con il portatile in questione).
Post by THe_ZiPMaN
Io lo dico sempre di provare una
live prima di installare. Se non piace o non si può lavorare si torna
indietro.
Li ho installati entrambi perché è utile avere un sistema di riserva,
almeno per il tizio. Va bene così, userà Windows e se ha necessità farà
partire Ubuntu.
Il mio era un discorso generale.
THe_ZiPMaN
2009-11-14 18:04:32 UTC
Permalink
Post by cicap
Post by THe_ZiPMaN
Se cerchi sui NG di Windows 7 trovi parecchi esempi della situazione
diametralmente opposta, con gente che si lamenta che Windows non ha
riconosciuto tutte le sue periferiche mentre Ubuntu ha fatto andare
tutto al primo colpo.
Se se. Lo sapevo che sarebbe saltato fuori il fanatico di turno a
sostenere l'insostenibile. Magari è vero per chissà quale hardware, non
certo per quello di uso domestico.
Quindi lo scanner o una stampante multifunzione non sono hardware di uso
domestico? E la webcam integrata in un portatile non è hardware di uso
domestico?
Post by cicap
Nella mia modesta esperienza, si è sempre verificato il contrario e
questo succede SISTEMATICAMENTE.
Appunto, nella TUA esperienza. Come detto ci sono utenti che hanno avuto
esperienze differenti. E' difficile da accettare? Ti crea qualche problema?
Post by cicap
Se mi racconti il contrario, o utilizzi hardware tutto tuo oppure
semplicemente non ti credo.
Il fatto che tu mi creda non implica che quanto ho affermato sia vero e
riscontrabile facilmente come già spiegato.
Post by cicap
Se lo fa un esperto certamente. Io non mi definisco tale, non di SO
Linux. Il brutto è che non lo sono nemmeno di OS Windows, ma chissà come
mai non c'è ne mai bisogno.
Quanto tempo hai passato davanti ad un sistema Windows? Quanto ne hai
passato davanti ad un sistema Linux? Rispondi ed hai la tua risposta.
Post by cicap
E ripeto: non sto dicendo che è meglio, ma solo che per un uso domestico
Windows ha questo vantaggio. Poi avrà altri svantaggi (o fatto notare
che Windows 7 occupa 24 giga di installazione, mentre Ubuntu appena 4).
Io mica ho detto che Windows 7 non vada bene, anzi, sotto molti aspetti è un
gran passo avanti. Ma la distanza tra Linux e Windows non è più quella di 10
anni fa.
Post by cicap
E Ubuntu sta cercando di sfondare su quel piano, quindi è fuori tema
tirare fuori discorsi sull'ambito di utilizzo dei sistemi Linux.
Difatti ubuntu sta raggiungendo Windows, specie per la parte che riguarda i
problemi e l'instabilità. :-)
--
Flavio Visentin

Scientists have finally discovered what's wrong with the female brain:
On the left side, there is nothing right, and on the right side, there
is nothing left.
cicap
2009-11-14 18:18:49 UTC
Permalink
Post by THe_ZiPMaN
Quindi lo scanner o una stampante multifunzione non sono hardware di uso
domestico? E la webcam integrata in un portatile non è hardware di uso
domestico?
Ti faccio una semplice domanda: quale OS era installato sul portatile al
momento dell'acquisto? Scommetto Windows. Ti sempre possibile che i
produttori non abbiamo provato la webcam INTEGRATA prima di mettere il
portatile sul mercato?
Se poi ci hai installato Vista, potresti anche avere ragione. Io Vista
non l'ho voluto installare perché faceva semplicemente schifo sui portatili.
Post by THe_ZiPMaN
Appunto, nella TUA esperienza. Come detto ci sono utenti che hanno avuto
esperienze differenti. E' difficile da accettare? Ti crea qualche problema?
Ci sono utenti...si ma quanti? Ti dico che non è possibile che nella mia
non corta esperienza di utilizzatore informatico fino ad ora abbia
collezionato una decina di componenti non riconosciute da Ubuntu, a
fronte di zero componenti non riconosciute da Windows.
Questo vorrà dire qualcosa, oppure devo essere ancora così fesso da
pensare che siano ancora in parità? Con un punteggio di 10-0.

Poi ammetto, non sono solito fare molti acquisti tecnologici, quindi
parlo di cose semplici come stampanti, scanner, monitor, modem,
chiavette, macchine fotografiche e poco più.
Post by THe_ZiPMaN
Quanto tempo hai passato davanti ad un sistema Windows? Quanto ne hai
passato davanti ad un sistema Linux? Rispondi ed hai la tua risposta.
La domanda non è pertinente, in quanto non ho mai dovuto far alcuna
operazione particolare per far riconoscere quegli hardware che Ubuntu
non mi riconosceva.
Post by THe_ZiPMaN
Io mica ho detto che Windows 7 non vada bene, anzi, sotto molti aspetti
è un gran passo avanti. Ma la distanza tra Linux e Windows non è più
quella di 10 anni fa.
E quando mai l'avrei scritto.
Post by THe_ZiPMaN
Post by cicap
E Ubuntu sta cercando di sfondare su quel piano, quindi è fuori tema
tirare fuori discorsi sull'ambito di utilizzo dei sistemi Linux.
Difatti ubuntu sta raggiungendo Windows, specie per la parte che
riguarda i problemi e l'instabilità. :-)
Ah be allora. Qui comunque parlavamo di Ubuntu, non di altre distro.
THe_ZiPMaN
2009-11-14 20:22:58 UTC
Permalink
Post by cicap
Post by THe_ZiPMaN
Quindi lo scanner o una stampante multifunzione non sono hardware di uso
domestico? E la webcam integrata in un portatile non è hardware di uso
domestico?
Ti faccio una semplice domanda: quale OS era installato sul portatile al
momento dell'acquisto? Scommetto Windows.
In quello specifico caso sì, dato che era un portatile aziendale.
Post by cicap
Ti sempre possibile che i
produttori non abbiamo provato la webcam INTEGRATA prima di mettere il
portatile sul mercato?
La hanno provata con Windows XP, non funzionava con Windows 7. Lo trovi strano?
Post by cicap
Se poi ci hai installato Vista, potresti anche avere ragione. Io Vista
non l'ho voluto installare perché faceva semplicemente schifo sui portatili.
Stavamo parlando di W7 se non erro.
Post by cicap
Post by THe_ZiPMaN
Appunto, nella TUA esperienza. Come detto ci sono utenti che hanno avuto
esperienze differenti. E' difficile da accettare? Ti crea qualche problema?
Ci sono utenti...si ma quanti?
Che non siano tanti quanti siamo d'accordo, ma questo non vuol dire che
siano pochi. Con WXP che è stato dominatore incontrastato per 8 lunghi anni
è ovvio che il problema non si sia sentito molto, ma lo si è sentito sia
prima, nel passaggio da W2K a WXP (per esempio lo scanner LG640U non
funziona con nessuna versione di Win successiva a W2K), sia adesso con il
passaggio da WinXP a Windows7.
Post by cicap
Ti dico che non è possibile che nella mia
non corta esperienza di utilizzatore informatico fino ad ora abbia
collezionato una decina di componenti non riconosciute da Ubuntu, a
fronte di zero componenti non riconosciute da Windows.
Tu sei UN utente. I miei colleghi che trattano Windows hanno a che fare con
qualche migliaio di PC e i problemi nel passare da WXP a WinVista o Win7
sono TANTI, non molti meno di quelli che ci sono a cambiare completamente
strada.
Post by cicap
Questo vorrà dire qualcosa, oppure devo essere ancora così fesso da
pensare che siano ancora in parità? Con un punteggio di 10-0.
Ho forse detto che siano in parità?
Post by cicap
Poi ammetto, non sono solito fare molti acquisti tecnologici, quindi
parlo di cose semplici come stampanti, scanner, monitor, modem,
chiavette, macchine fotografiche e poco più.
Appunto per questo ti ho fatto presente che non sei un campione
statisticamente affidabile per dare significato ad una tale affermazione in
senso generale.
Post by cicap
Post by THe_ZiPMaN
Quanto tempo hai passato davanti ad un sistema Windows? Quanto ne hai
passato davanti ad un sistema Linux? Rispondi ed hai la tua risposta.
La domanda non è pertinente, in quanto non ho mai dovuto far alcuna
operazione particolare per far riconoscere quegli hardware che Ubuntu
non mi riconosceva.
Ovvero non hai dovuto installare software distribuito su CD, non hai dovuto
scaricare drivers da Internet, non hai fatto nulla di nulla? Che culo!!! A
me non è MAI successo che tutto sia andato al primo colpo senza aver dovuto
intraprendere alcuna di quelle azioni. :-)
--
Flavio Visentin

Nel messaggio <hcn9tv$ec$***@news.albasani.net> un cretino ha scritto:
"Il microkernel e' morto da molto tempo ed ancora non lo sa." (cit. Bluff)
--
Flavio Visentin

Scientists have finally discovered what's wrong with the female brain:
On the left side, there is nothing right, and on the right side, there
is nothing left.
Enrico C
2009-11-14 10:41:36 UTC
Permalink
Post by Fedewiico
Tempo fa ho sentito parlare di un centinaio di idee per rendere più user
friendly ubuntu linux.
Infatti l'user friendliness è uno degli obiettivi di Ubuntu.
Post by Fedewiico
Speravo che questa 9.10 ne beneficiasse ma sostanzialmente credo che ci
siano sempre dei concetti di fondo radicati che non si vogliono cambiare.
Tieni anche conto che le modifiche sono graduali, passo per passo, la
9.10 non è poi molto diversa dalla 9.04.
Post by Fedewiico
Provo ad elencarne qualcuno.
1-Si considera sempre che tutti abbiano linee FLAT superveloci. NON E' COSI
!!!!
Vero.
Post by Fedewiico
Nella mia zona la linea + veloce utilizzabile è la GPRS.
Inoltre, anche chi ha l'ADSL a casa o in ufficio, deve arrangiarsi con
GPRS e collegamenti volanti quando usa il portatile.
Post by Fedewiico
Quindi vorrei avere un bel bottone CONNETTI/DISCONNETTI con una bella
indicazione del tempo di durata della connesione.
Cliccando sull'icona delle connessioni di rete non ti compare il menu
a discesa con il nome delle connessioni "broadband mobile" da
connettere o disconnettere?
Post by Fedewiico
2-Creare la connesione ad internet con una delle 100mila chiavtte USB che
son state messe nel mercato è un dramma.  Non è possibile fare una procedura
wizard del tipo: connessione internet, mi chiede il modello di chiavetta e
mi dice se ha i driver o no, e poi si prosegue. Non riesco mai a capire se
la mia chiavetta (MG10 wind) viene riconosciuta o no ..
Anch'io ho dovuto combatterci con una chiavetta Vodafone. In Jaunty
non ero riuscito a usarla, ma ora con Karmic sì :)
In sostanza, sempre partendo dall'icona Network, vai al gestore delle
connessioni e selezioni Mobile Broadbamd, e da lì crei una nuova
connessione. Se ti ha riconosciuto la chiavetta, dovrebbe
segnalartelo. Tu poi prosegui col wizard impostando il gestore e
l'APN.
Sono riusciuto persino con un cellulare Nokia Tim con Internet
settimanale a 2 euro su APN wap, collegato col suo cavetto, ma il
trucco era di cambiare l'user predefinito da WAPTIM e lasciare in
bianco.
Post by Fedewiico
3- C'è un nuovo gestore del software installato che va a sommarsi ai vari
synaptic ecc.. creando l'ennesima alternativa a qualcosa che gia funziona.
Serviva proprio??
No, non credo. Forse l'intento era proporre un gestore alternativo
semplificato, ma una delle cose che creano confusione nelle
distribuzioni Linux è proprio preinstallare troppi programmi che si
sovrappongono facendo le stesse cose. Meglio proporne uno solo che le
fa bene e poi lasciare agli utenti la possibilità semmai di cambiarlo
se preferiscono.
Post by Fedewiico
4- Non capisco a quale utente desktop possano servire tutte quelle cartelle
"etc"  "home" ecc.. Ovvio che uno che viene da Windows dove esiste il C:\ e
basta si trova spaesato!
Beh, l'ho passata anch'io, venendo da DOS e da Windows, ma questa è
una questione di punti di vista e di abitudini.
In realtà, se ci pensi, all'utente dovrebbe interessare anzitutto qual
è il proprio spazio dati, la dir "Home" appunto, piuttosto che quali
siano gli hard disc fisicamente presenti.
whiplash
2009-11-14 12:25:08 UTC
Permalink
Nella mia zona la linea + veloce utilizzabile è la GPRS. Quindi vorrei
avere un bel bottone CONNETTI/DISCONNETTI con una bella indicazione del
tempo di durata della connesione.
Su Windows ce l'hai, vero?
2-Creare la connesione ad internet con una delle 100mila chiavtte USB
che son state messe nel mercato è un dramma.
A me pare molto più semplice che su Windows.
Non ho chiavette, ma la prima volta che ho collegato il mio N97 al mio
netbook, mi sono magicamente ritrovato in rete.
3- C'è un nuovo gestore del software installato che va a sommarsi ai
vari synaptic ecc.. creando l'ennesima alternativa a qualcosa che gia
funziona. Serviva proprio??
Forse no, ma non mi pare un problema architetturale così grave.
4- Non capisco a quale utente desktop possano servire tutte quelle
cartelle "etc" "home" ecc.. Ovvio che uno che viene da Windows dove
esiste il C:\ e basta si trova spaesato!
L'utente medio di windows clicca su risorse del computer e sa poco di C:\
Posso testimoniare che, con difficoltà prossime allo zero, mia madre, classe
1945, è passata da Windows98 a Sidux con sua grande soddisfazione.
Enrico C
2009-11-14 19:36:51 UTC
Permalink
On 14 Nov, 13:25, whiplash <***@bofhland.eu> wrote:

[...]
Post by whiplash
A me pare molto più semplice che su Windows.
Può darsi, ma non userei Win come pietra di paragone. Se una cosa è
fatta male o in modo complicato in Win, non è un motivo per fare lo
stesso in Ubuntu.
C'è anche il fatto che spesso per Win si usano utility proprietarie
fornite dai gestori di telefonia mobile, per es. Vodafone Mobile
Connect per le chiavette vodafone, oppure dai produttori di
telefonini, tipo il Nokia Pc Suite.
Post by whiplash
Non ho chiavette, ma la prima volta che ho collegato il mio N97 al mio
netbook, mi sono magicamente ritrovato in rete.
Il problema è quando qualcosa non va automaticamente liscio e non sai
che pesci pigliare.
Io su Jaunty ho provato a usare una chiavetta huweei vodafone ma il
Network Manager non la mostrava. Ho anche provato a installare il
pacchetto vodafone-mobile-connect da https://forge.betavine.net/frs/?group_id=12
ma non sono riuscito a combinare nulla. Considera anche che quando ti
trovi su un portatile senza una connessione funzionante non è neanche
agevole cercare notizie e scaricare pacchetti, ti senti perso! Per
questo, IMHO, far funzionare le connessioni Internet in modo semplice -
e dare feedback/istruzioni all'utente in caso di problemi- dovrebbe
essere una delle priorità di un sistema operativo oggidì.

Ora su Karmic la stessa chiavetta viene vista. Per essere precisi, se
può servire a qualcun altro, devo andare nell'editor delle connessioni
di NM, selezionare Mobile Broadband e creare una nuova connessione
usando l'apposito wizard, impostare l'APN adatto, e il gioco è fatto.
Non è proprio "automatico", ma funziona. Con lo stesso sistema riesco
a usare come modem dei telefonini nokia connessi via USB (salvo
problemi random).
Tra parentesi, quando provo a editare le proprietà di una connessione
Mobile Broadband, a volte non posso accedere per Privilegi
insufficienti (pur avendo attribuito tutti i privilegi all'utente), a
volte no. Boh.

Quello che invece non sono riuscito a fare in Ubuntu è usare il
telefonino via bluetooth come modem gprs. Nel centro Help di Ubuntu
non sono riuscito a trovare info al proposito.
Ho seguito questa guida scovata dopo ricerca su web, ma al termine
della lunga procedura non vedeva il modem gprs via bluetooth.
http://www.matteomoro.net/2008/06/19/nokia-e70-come-modem-gprsumts-via-bluetooth-con-ubuntu-linux/
Ad altri però funziona. In ogni caso, la procedura non è proprio il
massimo della semplicità, e mi par di capire che vada ripetuta quando
cambia il canale bluetooth.
Se esiste un sistema più semplice sarei lieto di conoscerlo.


[...]
Post by whiplash
Post by Fedewiico
3- C'è un nuovo gestore del software installato che va a sommarsi ai
vari synaptic ecc.. creando l'ennesima alternativa a qualcosa che gia
funziona. Serviva proprio??
Forse no, ma non mi pare un problema architetturale così grave.
A me invece pare uno dei maggiori difetti delle distribuzioni Linux:
troppi strumenti che fanno le stesse cose, sia tra i pacchetti
preinstallati con la distribuzione, e ancor più tra quelli disponibili
repository. Io sarei molto più selettivo, preinstallerei solo un
programma per categoria (cioè 1 solo gestore di pacchetti, per es.), e
nei repository di default metterei solo roba affidabilissima e
aggiornata, il resto semmai in repository opzionali.
Fedewiico
2009-11-15 10:07:33 UTC
Permalink
.., IMHO, far funzionare le connessioni Internet in modo semplice -
e dare feedback/istruzioni all'utente in caso di problemi- dovrebbe
essere una delle priorità di un sistema operativo oggidì.

Ecco, siamo daccordo!
Io direi che quando inseriscola chiavetta USB nel pc, dovrebbe dirmi subito:
ho riconosciuto una chiavetta MG10 .. e poi guidarmi con un wizard.
Se non la riconosce però .. dovrebbe dirmi che non la riconosce.
Io la inserisco e non succede nulla e devo mettermi di shell a veder i log
maddai !!!
Don Zauker
2009-11-15 10:18:39 UTC
Permalink
Post by Fedewiico
ho riconosciuto una chiavetta MG10 .. e poi guidarmi con un wizard.
Se non la riconosce però .. dovrebbe dirmi che non la riconosce.
Io la inserisco e non succede nulla e devo mettermi di shell a veder i log
maddai !!!
si parla sempre di un O.S. gratuito, non si può pretendere di più di
quel che offre.
la tecnologia fa passi tutti i giorni, impossibile starci dietro,
soprattutto per
persone che non sono retribuite IMO.
Enrico C
2009-11-15 13:49:07 UTC
Permalink
Post by Enrico C
.., IMHO, far funzionare le connessioni Internet in modo semplice -
e dare feedback/istruzioni all'utente in caso di problemi- dovrebbe
essere una delle priorità di un sistema operativo oggidì.
Ecco, siamo daccordo!
ho riconosciuto una chiavetta MG10 .. e poi guidarmi con un wizard.
[...]


Aspetta... Secondo la documentazione di Ubuntu questo wizard dovrebbe
attivarsi, però da me non succedo

Io mi accontenterei di una notifica di rilevamento :)
Non capisco se la notifica (quando è rilevato un device) non avviene
perché non è previsto o per problemi nel mio caso.
Attivare anche il wizard non sarebbe male, però. Un wizard in realtà
già esiste, ma devi andarlo a cercare nelle impostazioni delle
connessioni di Network Manager. Se gli dici di creare una nuova
connessione mobile broadband parte appunto un Wizard, ed esaminando
nella finestra a discesa in basso puoi capire se ci sono device
rilevate. Non proprio intuitivo, ma dopo che ci sbatti un po' la testa
lo capisci. Il dramma è all'inizio, se non va tutto automaticamente
come ho letto che alcuni hanno avuto la fortuna, non capisci cosa
caspita fare e dove cercare, se ha rilevato qualcosa oppure no, se
devi installare pacchetti esterni tipo vodafone-mobile-connect o
cosa... e non puoi neanche cercare online perché non sei collegato!
Certo, una volta che le cose si sanno poi pare tutto più semplice.
Aggiungo però che anche in Win non è il massimo, mi pare, specie se
non ci fossero i software dedicati dei produttori di telefonini e dei
gestori di telefonia.

Post Scriptum

Leggendo la documentazione di Ubuntu nell'Help Center (Internet -
Connecting - Mobile Broadband , mi par di capire che il Wizard
dovrebbe effettivamente attivarsi quando inserisci una chiavetta, cioè
quello che chiedi è previsto. Dunque il problema è che da me non lo
fa, neanche quando riconosce i device, e quindi ricado nel caso in cui
è necessaria l'aggiunta "manuale". In sostanza, il problema non è che
Ubuntu non voglia essere user friendly, ma che il meccanismo previsto
in certi casi non funzia...

"Most Mobile Broadband devices should be recognised automatically when
you connect them to your computer. Ubuntu will prompt you to configure
the device."

[...]

"If you are not prompted to configure the device when you connect it,
it may still be recognised by Ubuntu. In such cases you can add the
connection manually."



* Internet and Networks
* Connecting

Mobile Broadband means any kind of high speed internet connection
which is provided by an external device such as a 3G usb stick or
mobile phone with built-in HSPA/UMTS/GPRS data connection. Some
laptops have recently been produced with mobile broadband devices
already inside them.


1.

The New Mobile Broadband Connection Wizard will open
automatically when you connect the device.
2.

Click Forward and insert your details, including the country
where your Mobile Broadband device was issued, the network provider
and type of connection (for example, Contract or pre-pay).
3.

Give your connection a name (it is up to you what name you
choose) and click Apply.
4.

Your connection is now ready to use. To connect, left click the
NetworkManager icon in the top right of the panel and select your new
connection.
5.

To disconnect, left click the NetworkManager icon in the top
right of the panel and click Disconnect.

If you are not prompted to configure the device when you connect it,
it may still be recognised by Ubuntu. In such cases you can add the
connection manually.

1.

Right click the NetworkManager icon in the top right of the
panel and click Edit Connections...
2.

Select the Mobile Broadband tab.
3.

Click Add.
4.

This should open the New Mobile Broadband Connection Wizard.
Enter your details as described above.
Il Poeta della Corteccia
2009-11-16 19:28:48 UTC
Permalink
In article <hdm7j3$den$***@posted-at.bofh.it>, ***@bofhland.eu
says...
Post by whiplash
L'utente medio di windows clicca su risorse del computer e sa poco di C:\
Posso testimoniare che, con difficoltà prossime allo zero, mia madre, classe
1945, è passata da Windows98 a Sidux con sua grande soddisfazione.
poveretta ! :-D
Se sapeva così probabilmente faceva una femmina ...
E' proprio vero: ogni scarrafone è bello a mamma sua ! :-P
steinfeld
2009-11-15 10:29:59 UTC
Permalink
Post by Fedewiico
3- C'è un nuovo gestore del software installato che va a sommarsi ai vari
synaptic ecc.. creando l'ennesima alternativa a qualcosa che gia funziona.
Serviva proprio??
Se non ti piace lo disinstalli o lo ignori come faccio io.
Post by Fedewiico
4- Non capisco a quale utente desktop possano servire tutte quelle cartelle
"etc" "home" ecc.. Ovvio che uno che viene da Windows dove esiste il C:\ e
basta si trova spaesato!
Tu non conosci nemmeno windows, ma se ti ritieni spaesato puoi restare
su windows, nessuno ti obbliga a usare linux.
--
s.

::Support gun control, kill a hunter::
roberta rossi
2009-11-15 11:22:48 UTC
Permalink
Post by steinfeld
Tu non conosci nemmeno windows, ma se ti ritieni spaesato puoi restare
su windows, nessuno ti obbliga a usare linux.
Questo è il vero problema; ma come te e me ce ne sono 2 su 100, rendiamocene
conto :-)
Pier Paolo
2009-11-15 16:16:31 UTC
Permalink
Post by Fedewiico
SNIP
4- Non capisco a quale utente desktop possano servire tutte quelle
cartelle "etc" "home" ecc.. Ovvio che uno che viene da Windows dove
esiste il C:\ e basta si trova spaesato!
Detto questo detto tutto.
Fai bene a rimanere della tua opinione.
Anche io rimango della mia opinione.
Ciao!
--
Pier Paolo
xdb
2009-11-16 06:58:53 UTC
Permalink
Post by Fedewiico
4- Non capisco a quale utente desktop possano servire tutte quelle cartelle
"etc" "home" ecc.. Ovvio che uno che viene da Windows dove esiste il C:\ e
basta si trova spaesato!
questa è da SUPER LOL !!!!!!! :-PPPPP
Morde
2009-11-16 11:47:44 UTC
Permalink
Post by xdb
questa è da SUPER LOL !!!!!!! :-P
"Super LOL" fino a un certo punto: non serve quotare una sola frase
fuori dal contesto. L'OP ha argomentato molto bene al di là di questa
singola frase.

Windows sin dall'installazione di default ti nasconde le cartelle di
sistema, ed è innegabile che per un utente non tecnico il passaggio da
windows a linux-ubuntu può essere addirittura drammatico con senso di
smarrimento, frustrazione ecc..

Io credo che con ubuntu il pinguino ha fatto passi da gigante, ma siamo
ancora lontani dal catturare anche l'utenza non tecnica, quella
abituata a usare excel, word, ie, nero. E non parlo neanche di giochi:
un'utente di questo tipo si compra la console, non va ad installare UT
sul pc.
--
Morde
whiplash
2009-11-16 17:29:56 UTC
Permalink
Post by Morde
Windows sin dall'installazione di default ti nasconde le cartelle di
sistema, ed è innegabile che per un utente non tecnico il passaggio da
windows a linux-ubuntu può essere addirittura drammatico con senso di
smarrimento, frustrazione ecc.
Ma ditemi, quando mai l'utente si deve mettere a ravanare nelle
cartelle di sistema?
Mia mamma, classe 1945, conosce "Desktop" e quello usa.
Lo usava prima con windows 98, lo usa ora con Sidux.
Ora però è più contenta perchè i siti in flash funzionano, può usare
google maps, non ha più malware e non ha più BSOD.
Enrico C
2009-11-16 17:46:42 UTC
Permalink
On 16 Nov, 18:29, whiplash <***@bofhland.eu> wrote:
[...]
Post by whiplash
non ha più BSOD.
In effetti in caso di crash lo schermo non diventa blu. ;-)
Vide
2009-11-16 12:46:56 UTC
Permalink
3- C'� un nuovo gestore del software installato che va a sommarsi ai vari
synaptic ecc.. creando l'ennesima alternativa a qualcosa che gia funziona.
Serviva proprio??
Il piano a medio termine è *sostituire* tutti gli altri tool grafici che
attualmente ci sono per, appunto, semplificare le cose. Ma dato che una
delle caratteristiche dell'OSS è (o meglio, spesso è) release early release
often, si rilascia una versione che funziona quanto prima, anche se non ha
ancora tutte le funzionalità pensate.
--
Vide
Continua a leggere su narkive:
Loading...